fbpx

Una nuova intimidazione la terza in poco più di un mese, a Canicattì. Nel mirino questa volta è finito un imprenditore agricolo. Un vasto appezzamento di terreno coltivato a uva da tavola, è stato danneggiato. Ignoti armati di cesoie hanno reciso i tiranti che sorreggono i filari carichi del pregiato prodotto già maturato e pronto per la raccolta. L’episodio è avvenuto in contrada Calici nella strada che da contrada Mulinello porta alla diga San Giovanni. Sull’espisodio sono in corso indagini dei poliziotti del Commissariato di Canicattì.