Canicattì, l’attività del commissariato di polizia

Pattuglie in giro per la città e denunce da parte dei cittadini hanno permesso al commissariato di polizia di Canicattì, guidato da Cesare Castelli, di assicurare alla giustizia i responsabili di eventi delittuosi. Solo nelle ultime settimane i poliziotti del commissaroiato canicattinese hanno segnalato alla procura della Repubblica di Agrigento 24 persone, alcune gravate da rilevanti precedenti penali e di polizia, e precisamente un giovane, autore di gravi maltrattamenti dell’anziana madre, una donna cinquantenne che approfittando della distrazione di una anziana signora le aveva prelevato, mediante l’utilizzo della carta bancomat, quasi 4000 euro, un quarantenne responsabile di minacce, per futili motivi, nei confronti di un vicino di casa, una trentenne di Napoli, accusata del reato di truffa poiché, mediante raggiro informatico, aveva incassato con carta postepay una somma di danaro quale corrispettivo di una falsa stipula di assicurazione auto.

Diverse le persone denunciate per diversi reati: truffa, maltrattamenti e furti, solo per citarne alcuni. Tra questi sono stati denunciati alla autorità giudiziaria per il reato di truffa, due titolari di una ditta che avevano raggirato un loro fornitore da cui avevano acquistato della merce per quasi 7000 euro, emettendo titoli senza copertura finanziaria; due uomini, padre e figlio, responsabili di lesioni gravi ai danni di un uomo, picchiato per futili motivi: una giovane donna che, non accettando la fine di una clandestina relazione sentimentale, aveva compiuto atti persecutori nei confronti dell’amante; un uomo quarantenne che, commettendo i reati di atti persecutori aveva estorto del denaro e ne chiedeva continuamente altro ad una donna, con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale. Ancora gli agenti guidati da Cesare Castelli hanno denunciato un uomo che, per controversie inerenti un lascito ereditario, aveva minacciato e malmenato un familiare; e un sessantenne che è stato denunciato per aver danneggiato l’autovettura mediante foratura dei pneumatici del veicolo.