fbpx

Continua il controllo del territorio da parte dei finanzieri della Tenenza di Canicattì, con le attività di contrasto: alla diffusione ed allo spaccio degli stupefacenti, al gioco illecito, alla contraffazione di marchi, alla pirateria audiovisiva. in sintesi, si prosegue senza soluzione di continuita’, sulle direttive volute ed impartite, ad inizio anno, dal comandante provinciale, incentrate a reprimere ogni forma di illecito e di illegalita’ che soffochi la crescita economico-sociale della provincia di Agrigento. Il lavoro dei finanzieri guidati dal tenente Francesco Auriemma ha permesso di sequestrare, in via Carlo Alberto, durante lo svolgimento del mercato settimanale, circa 170 prodotti, tra scarpe, borse, magliette, jeans, costumi da bagno, giubotti, contraffatti, delle note maison, Gucci, Lacoste, Hogan, Armani, Prada, Liu jo, Nike, Burberry, Dolce & Gabbana, Monclair, Belstaff, Blauer, Refrigiwear ed altre ancora. La merce sistemata su una bancarella, che ben si confondeva tra quelle dei regolari esercenti ambulanti – che sono presenti il mercoledi’ a Canicatti’ -, era da ricondurre ad un cittadino di origine africana. L’attivita’ svolta, trae il suo spunto, sia dal continuo attenzionamento, da parte dei finanzieri, delle aree economiche ricadenti nella circoscrizione della tenenza e sia da un insieme di segnalazioni pervenute al servizio di pubblica utilita’ “117”, di commercianti ed abitanti della zona, che probabilmente erano stanchi di tale situazione. La collaborazione tra Guardia di Finanza e cittadini, aggiunge il tenente auriemma, ma in particol modo, tra cittadini e forze dell’ordine in generale, non puo’ che essere un binomio vincente per il contesto sociale, per la crescita dell’economia nell’interesse dei giovani per la loro occupazione, nel rispetto dei principi di legalità.