fbpx

Omicidio colposo e lesioni personali.  Sono le ipotesi di reato formulate nei confronti di Giuseppe Cipolla, il 26ienne di Serradifalco che era alla guida dell’Alfa Romeo 156, dove nel corso di un incidente stradale ha trovato la morte il canicattinese Salvatore Carbone, di 23 anni. Si tratta di un atto dovuto in attesa della nomina da parte della Procura di un consulente che dovrà ricostruire la dinamica dell’incidente avvenuto sulla strada statale 122.  Accertamento irripetibile al quale potrà partecipare anche un consulente nominato dal difensore di Cipolla e dai familiari di Carbone, che per conto di un’agenzia pubblicitaria distribuiva volantini.