fbpx

Il pubblico ministero ha chiesto 30 anni di reclusione per Calogero Onolfo, 71 anni, di Canicattì, accusato dell’omicidio della sua ex moglie, Coastanza Paduraru, 52 anni, romena. Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato dinanzi al Gup del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto. Per l’accusa il delitto di Costanza Paduraru sarebbe stato premeditato dall’assassino il quale non avrebbe agito per impulso, così come invece sostiene la difesa. Oltre che di omicidio l’imputato deve anche rispondere di stalking. Per questo il Pm ha chiesto l’applicazione nei suoi confronti del massimo della pena. La famiglia della vittima, costituitasi parte civile, ha chiesto un risarcimento di 250 mila euro. Il processo proseguirà il 22 febbraio.