fbpx

Pena ridotta a 6 anni e 6 mesi di reclusione, dai giudici della Corte d’Appello di Palermo, a Marius Adrian Bujoreanu, 22 anni, e Aurel Disagila, 26 anni, entrambi romeni, residenti a Canicattì. I due, che in primo grado erano stati condannati ad 8 anni, erano accusati di violenza sessuale aggravata e lesioni in concorso. La vicenda risale all’agosto del 2008 quando il sospetto di essere tradito dalla moglie aveva accecato d’ira Marius Adrian Bujoreanu. Per questo motivo, venuto a sapere che la giovane consorte filasse con un italiano da mesi aveva meditato vendetta. Un odio verso la donna che si era concretizzato quando l’ex marito aveva invitato a casa un amico Aurel Disagila 26 anni. I due, mentre la donna non se lo aspettava, l’avevano immobilizzata, bloccata, violentata ripetutamente e poi anche percossa selvaggiamente.