fbpx

La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto il giudizio immediato per Abdelhafid Kebbaci, 55 anni, algerino, residente a Canicattì. L’uomo è accusato di violenza sessuale ai danni di un minorenne. La vicenda risale al 14 luglio scorso quando Kebbaci, di Canicattì, venne arrestato dalla polizia con l’accusa di violenza sessuale su un ragazzo di 14 anni. Secondo una ricostruzione dei fatti effettuata dalle forze dell’ordine algerino, dopo aver adescato il giovane nei pressi della stazione ferroviaria lo avrebbe condotto in un luogo appartato e lì ne avrebbe abusato sessualmente.