fbpx

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha interrogato, ieri, in carcere, Alessandro Ottaviani, 30 anni, di Raffadali, accusato di tentato omicidio aggravato ai danni del carabiniere Diego Gamberoni, nonché di porto illegale di arma da guerra e resistenza a pubblico ufficiale. All’udienza di convalida era presente il legale del ragazzo, l’avvocato Anna Danile. Durante l’udienza, Ottaviani avrebbe manifestato segni di pentimento. Se si tratti di una strategia difensiva o se l’atteggiamento sia frutto di un reale senso di malessere per quanto fatto 48 ore prima si dovrà accertare nelle prossime giornate. Un gesto che, a caldo, venne giustificato dal raffadalese in maniera assurda: “«Gli alieni mi hanno ordinato di uccidere un carabiniere”. Il Gip si è riservato di decidere sulle richieste della Procura (applicazione della misura cautelare della detenzione carceraria) e della difesa (scarcerazione o arresti domiciliari).