fbpx

E’ un appello alla collaborazione per affrontare l’emergenza covid-19 quello che il sindaco di Ribera, Carmelo Pace, fa alla politica tutta.  “L’emergenza non si affronta- dice- con posizioni politiche da solisti, ma la si affronta con determinazione e immediatezza. E allora appare evidente come la questione non può concentrarsi sulla individuazione  di riferimenti Covid o no Covid, ma deve essere di assoluta priorità l’esigenza di avere subito a disposizione, nella nostra provincia, attrezzature e personale per le terapie intensive e sub intensive”.  Proprio in questo momento difficile e delicato, la politica nella sua interezza deve compiere quell’indispensabile passo indietro e mettere in sinergie le forze di cui sono capaci e gli interessi di cui sono portatori; interessi che sono esclusivamente la tutela dei cittadini contro la diffusione del contagio ma anche, e soprattutto, sollecitare con forza le autorità sanitarie ad assumere decisioni tempestive approntando soluzioni che diano serenità e garanzie alla popolazione, attraverso l’immediata fornitura delle attrezzature, apparecchiature, attraverso la formazione del personale sanitario. La politica deve essere, in questo  momento di emergenza sanitaria, una sola orchestra che suona l’armonia degli intenti, sollecitando senza sosta chi ha la responsabilità di assumere decisioni in campo sanitario”. Intanto, in  Sicilia anche gli albergatori si mobilitano per l’emergenza. Almeno mille posti letto, distribuiti nelle province dell’Isola e ricavati dall’utilizzo di alberghi, residence, saranno riservati dalla Regione Siciliana a persone obbligate all’isolamento. Saranno pazienti positivi al Coronavirus, ma che non hanno necessità di ricovero in strutture ospedaliere. Alle Aziende sanitarie provinciali sarà fornito l’elenco delle strutture che hanno manifestato la propria disponibilità ad accogliere i soggetti. Subito dopo, le Asp dovranno disporne una adeguata sistemazione.