fbpx

Sono arrivati questa mattina mattina, ad Agrigento, i sei finanzieri che lo scorso 12 settembre si trovavano a bordo della motovedetta libica, come osservatori, che ha sparato contro il peschereccio “Ariete” di Mazara del Vallo (Tp). I sei militari della guardia di finanza sono stati sentiti, come persone informate sui fatti, dal procuratore di Agrigento Renato Di Natale, dall’aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto Luca Sciarretta che si stanno occupando del fascicolo di inchiesta. La procura ipotizza i reati di tentato omicidio plurimo aggravato e di danneggiamento di imbarcazione. I finanzieri dovranno ricostruire le fasi del mitragliamento contro l’Ariete raggiunto da una cinquantina di colpi e dell’inseguimento.