fbpx

“Una norma di democrazia violata”. Così il Consigliere Lillo Di Gregorio del gruppo di opposizione al Comune di Casteltermini, ha commentato la sua mozione non discussa negli ultimi Consigli Comunali, e che aveva lo scopo di una “Attuazione di un principio di esenzione ed aliquote differenziate sull’addizionale IRPEF”.

Il Consiglio ha approvando il 28 novembre il bilancio di previsione, inserendo però la proposta di Di Gregorio al punto 8 del Consiglio Comunale successivo, ritenendo che la mozione non fosse pertinente con il suddetto bilancio di previsione, “violando però – commenta il consigliere Di Gregorio – le norme del Regolamento del Consiglio Comunale, del Regolamento di Contabilità e il diritto di Rappresentatività di Consigliere Comunale, trascurando – aggiunge – anche che la Manovra Finanziaria del 2011 che inseriva la prerogativa per gli Enti Locali di inserire nei bilanci di previsione l’Addizionale Comunale Irpef”.