Alla Fortitudo Agrigento il derby d’estate

Alla Fortitudo Agrigento il derby d’estate. I biancazzurri vincono con il punteggio di 77 a 75. Parte forte la Fortitudo, imponendosi con un parziale di 23 a 15. Trapani nel secondo quarto viene fuori e prova ad inguaiare Agrigento. Gli ospiti vanno avanti di una sola lunghezza.

Nel terzo periodo di gioco è la Fortitudo ad andare in difficoltà, i granata impostano una giusta fase offensiva, cogliendo di sorpresa i biancazzurri di coach Ciani. La squadra di Parente si porta avanti con il punteggio di 13-21.

Nell’ultimo periodo di gioco a farla da padrone è l’equilibrio. La Fortitudo, a gare in corso, deve fare a meno di Ambrosin. Per il giocatore una lieve distorsione. Evangelisti prende in mano la squadra, affidandosi anche all’esplosività di Sousa, i biancazzurri escono bene e portano a casa il derby.Coach Franco Ciani: “E’ stata un’amichevole interessante, tirata e intensa. Queste partite hanno sempre delle forti componenti emotive.  La squadra ha risposto bene, è in crescita rispetto alle uscite precedenti. Riusciamo ad esprimere qualcosa che non è ottimale, ma è un primo step importante. Prossime amichevole? Mi  aspetto delle conferme e dei passi in avanti. Mi auguro di avere presto Bell e Pepe, avendo delle rotazioni e delle meccaniche complete. La conoscenza reciproca è fondamentale”.

Fortitudo. Fase due degli abbonamenti, ci siamo: adesso tocca a te!

Terminata anche la prelazione e lo sconto per i vecchi abbonati, l’ultima fase di abbonamenti prevede la vendita libera dei posti disponibili.

La seconda ed ultima fase ha preso il via   e terminerà il 14 settembre prossimo. Gli uffici del PalaMoncada saranno aperti il mercoledì ed il venerdì, dalle 16 alle 18. Corri a sottoscrivere il tuo abbonamento, sostieni la tua squadra del cuore e non dimenticare che il “Patto è stringersi di più”. 

LE TARIFFE

PARTERRE

 posto unico € 270.00

TRIBUNA

– posto unico € 270.00

– intero € 190.00

– under 17 € 150.00

– famiglia (minimo 2) € 150.00

– under 6 (4-6 anni)  € 60

GRADINATA

– intero € 135.00

– under 17 € 94.00

– famiglia (minimo 2) €94.00

– under 6 € 20

Fortitudo: Agrigento lotta ma non vince.

E’ la Fortitudo Bologna ad accedere ai quarti di finale dei play off. Agrigento lotta fino all’ultimo ma vincono gli ospiti. La serie finisce al PalaMoncada, con gli uomini di coach Pozzecco che vincono con il risultato di 71 a 74.

Partono forte la Fortitudo Bologna, avvio sontuoso. Agrigento alza la testa e lo fa con i canestri di Penny Williams. Cinciarini e Mancinelli fanno le fortune di Bologna e gli ospiti chiudono il primo periodo di gioco avanti: 16-21.

Il secondo periodo di gioco si apre l’assist di Cannon per Williams che riapre di fatto la partita – 3. Sorpasso Fortitudo, assist di Guariglia che tenta la tripla ma sbaglia, ci pensa Cannon + 1 Agrigento. Azione pregevole di Ruben Zugno che in volata supera in uno contro uno Okereafor e va a canestro + 7 Agrigento. Coach Ciani chiama dentro Ruben, tre falli per lui, sul parquet Simone Pepe. E’ proprio lui ad accendersi ed a trovare una tripla: 37-28.

Il terzo periodo di gioco, si apre con un errore di Pepe, palla alla Fortitudo Bologna e canestro facile. Cannon fa a sportellate e  spinge avanti Agrigento. Bolgona torna sul parquet convinta, poche sbavature e margine ridotto: 45-43 ad opera di Cinciarini.

Coach Ciani chiama dentro Zilli per Guariglia e Evangelisti per Zugno. E’ Rosselli a portare i suoi sul 45-45, ma poi Ambrosin fissa ancora il +3. Fallo tecnico alla Fortitudo Bologna, coach Pozzecco espulso lascia la panchina. Agrigento ritrova le forze e si porta sul 53-45. Amici torna al canestro, i biancazzurri vengono puniti con 4 falli di Ruben Zugno. Il terzo periodo di gioco è, però, opera dei biancazzurri: 58-52 Nell’ultimo periodo di gioco, errori da ambedue le parti. Gli ospiti aumentano l’intensità e tornano in partita, è Amici a schiacciare e Rosselli porta via Bologna + 2. Sono ancora gli ospiti a fare meglio, con Mancinelli che porta la Fortitudo Bologna a + 5. Agrigento si affida ancora a Simone Pepe che tenta il canestro della disperazione. Gli ospiti sono attenti, Ambrosin imbuca il canestro ma non è buono. Si gioca fino all’ultimo secondo, la Fortitudo Bologna chiude gli spazi e la serie:3 a 0.  Finisce tra gli applausi la post season della Fortitudo Agrigento.

La Fortitudo Agrigento sfiora l’impresa, ma anche Gara 2 va ai bolognesi

La Fortitudo Agrigento sfiora l’impresa al PalaDozza, ai bolognesi anche Gara 2. La serie si sposta al PalaMoncada, al termine di una partita bella e combattuta, dall’inizio alla fine. Pepe, ha tenuto sulle spine coach Pozzecco, tentando il “colpaccio” al fil di sirena. La Fortitudo Bologna dopo un avvio timido, vince Gara 2 con il punteggio di  78 a 72.
Agrigento parte forte, intensità e ritmo nelle mani degli uomini di coach Ciani. Ambrosin tenta di zittire il PalaDozza, che dopo 3’ vede i biancazzurri avanti 0-6. E’ Stefano Mancinelli a comandare il coro, alzano una tripla: 3-6. Ambrosin è l’uomo in più del primo periodo di gioco, palla sporcata a Rosselli e fuori dai blocchi. In campo Guariglia servito bene non sbaglia altra tripla.
Ad Agrigento il primo periodo di gioco 16-21. Pozzecco chiama sul parquet Amici, tripla rocambolesca e palla dentro. I padroni di casa prendono le misure di Agrigento e tentano il sorpasso: 24-23.
Ciani chiama sul parquet Ruben Zugno, assist per Pepe che lotta come un “leone” e non sbaglia è ancora Agrigento al comando. I biancazzurri giocano con fiducia, tanto da meritarsi un + 10 sul parquet del PalaDozza. Zilli serve Cannon, fallo su di lui ma lunetta per l’americano è stregata. Bologna gioca di pazienza recupera lo svantaggio e si porta a – 1.
Cambia volto la Fortitudo Bologna e quindi il match. Agrigento perde palloni ed i bolognesi a grandi falcate vanno a canestro in contro piede. Agrigento dalla lunetta ha il canestro stregato, nove la somma dei tiri liberi sbagliati. Jack Zilli va in panchina, fuori per quattro falli. La Fortitudo Bologna continua ad impostare e porta a casa il terzo periodo.
Nell’ultimo quarto Agrigento torna ad alzare il ritmo, Pepe semina panico nell’area piccola e si prende tiri di coraggio.  Williams imposta ed Evangelisti prova dalla distanza, ferro anche per lui.
Nell’ultimo periodo è ancora Pepe a volere ingabbiare Bologna, sono 17 i punti realizzati al PalaDozza, ma non basteranno perché i padroni di casa vincono e si portano due a zero nella serie. Adesso Agrigento giocherà Gara 3 al PalaMoncada, i biancazzuri sono pronti a dare il tutto per tutto.

Gara 1 alla Fortitudo Bologna: Agrigento non riesce a vincere

Al PalaDozza di Bologna , trionfano i padroni di casa che si impongono con il punteggio di:  di 85 a 68. Non riesce a vincere gara 1 dei play off la Fortitudo Moncada Agrigento.

I biancazzurri hanno giocato a viso aperto, dal primo fino all’ultimo minuto. Al pronti via, è capitan Evangelisti a scaldare la mano, supportato dai numeri di Ambrosin. I padroni di casa alzano il ritmo, affidandosi alla fisicità di Rosselli. I bolognesi portano a casa il primo periodo di gioco con il punteggio di 22 a 16.

Nel secondo periodo di gioco, coach Ciani porta sul parquet Ruben Zugno e Isacco Lovisotto. Fuori Ambrosin e Cannon. Al pronti via è Williams a liberare un assist per Lovisotto, che sotto canestro non sbaglia.  Simone Pepe, in campo, ruba un pallone velenoso prova il canestro ma sbaglia. Nel secondo periodo di gioco, è Williams a provare a scuotere i suoi con una tripla: ma anche per lui, canestro stregato. La Fortitudo Bologna nel secondo periodo di gioco, porta via punti pesanti.  Affidandosi a Chillo e Mancinelli. Nel terzo periodo di gioco, in campo: Cannon, Evangelisti, Williams, Zilli e Ambrosin. Biancazzurri partono con piede giusto, grazie al canestro di Pendarvis Williams. E’ proprio lui a servire Cannon, canestro e fallo: 51-33. Ma, i padroni di casa, fanno la voce grossa con Mancinelli. Per Agrigento è Evangelisti ad insaccare una tripla.Nell’ultimo periodo, Ambrosin e Zilli provano a svegliare la Fortitudo, coach Ciani inserisce Simone Pepe che prova a mettere dentro punti utili.  Pepe, lotta e ci prova da ogni angolo, ,a a lui risponde Chillo. I padroni di casa, spinti  dai 4mila del PalaDozza , portano a casa Gara 1, imponendosi con il punteggio di 85 a 88. Amaro in bocca, dunque, per i tifosi che hanno seguito la diretta della partita su Agrigento tv.Questa sera gara 2 sempre al PalaDozza di Bologna anche questa in diretta sulla nostra emittente ore 20.30.


Play off di Basket. Su AgrigentoTV alle ore 20:30 la diretta di Fortitudo Bologna Vs Fortitudo Agrigento

 

È tutto pronto al PalaDozza di Bolgna per la prima sfida play off , serie A2 di basket, tra i padroni di casa e la Fortitudo Agrigento.

Il match, diretto dai signori Bartoli, Rafadaeli e Machietti è valevole per gli ottavi di finale play off.

AgrigentoTV, media partner della Fortitudo Agrigento, trasmette in diretta l’atteso incontro con inizio alle ore 20:30.

Sarà possibile seguire la partita, in tutta la Sicilia e parte della Calabria in diretta TV al canale 96 del digitale terrestre.

Fortitudo Agrigento . Chiusa la preseason contro Trapani

Al PalaMoncada è stata partita vera. I due coach hanno scelto di azzerare il punteggio, la partita nella somma dei punteggi va alla Pallacanestro Trapani, che vince con il risultato di 55 a 60. Nel primo quarto parte forte Agrigento, con Cannon che sporca ogni pallone. Duello tutto di fisico tra Renzi e Rotondo, con Zugno in cabina di regia. Il primo periodo di gioco si chiude con il punteggio di 14 a 9 per Agrigento. Nel secondo periodo Ciani chiama sul parquet Cuffaro, Trapani mette intensità e ricomincia da Bossi. Sotto canestro Guariglia prova a frenare Renzi, uno dei “clienti” più difficili di questo Trapani. Sul parquet anche Lovisotto, Ambrosin e Pepe, è quest’ultimo a provare la tripla che riesce. Trapani non sta a guardare è Bossi il migliore dei suoi ma Jefferson mette la tripla sulla sirena chiudendo il secondo periodo di gioco con il punteggio di 9 a 19.  Nel terzo periodo di gioco, Agrigento recupera punti utili. Ambrosin si diverte e diverte il pubblico del PalaMoncada. I biancazzurri crescono bene in difesa, Trapani soffre e la Moncada porta a casa il terzo periodo di gioco.  Nell’ultimo quarto salgono ancora i ritmi e nessuno ci sta a perdere, una giusta combinazione offensiva serve Ambrosin che si abitua alla tripla. Trapani imposta ancora è Perry a servire Mollura che non sbaglia, ospiti avanti. Nell’ultimo periodo Ganeto limita Ambrosin,  i granata trovano tiri giusti. Sommando i punteggi parziali, il risultato è di 55-60 in favore degli ospiti. Si chiude così la preseason di Agrigento che adesso aspetta l’esordio casalingo la prossima settimana contro Latina.

Primo test di stagione, vince la Moncada

Parte bene la fortitudo Moncada Agrigento. I biancoazzurri vincono e convincono contro gli americani dell’Umass Lowell. Era il primo test stagionale, dopo solo quattro giorni di preparazione, per il roster allenato da coach Franco Ciani e Agrigento vince con il punteggio di 92 a 91. Ciani, nel suo quintetto iniziale schiera: Zugno, Williams, Evangelisti, Cannon e Guariglia. A “battezzare” il canestro del PalaMoncada è Cannon. Ritmi alti e partita divertente. Il primo quarto si chiude a favore di Agrigento con il punteggio di 30-21. Il secondo quarto è a favore degli ospiti con il punteggio di 51 a 49. La Moncada torna in partita, sugli scudi Evangelisti e l’eterno Penny Williams. Nel terzo periodo di gioco reazione Agrigento, Cannon e Pepe mettono i muscoli e Zugno ispira ancora una volta la manovra. Nell’ultimo quarto sugli scudi Evangelisti, bene Rotondo e Lovisotto. Gli ospiti tentano la rimonta ma la Fortitudo Agrigento, chiude gli spazi e conquista la prima vittoria di questo precampionato. Al PalaMoncada una buona cornice di pubblico, in tanti hanno scelto di seguire la prima uscita di stagione. Il 30 agosto alle 20, la Fortitudo Moncada sarà di scena a Caltanissetta dove affronterà l’Orlandina, palla a due alle 20.

Soddisfatto nel post-gara, coach Franco Ciani. “Siamo molto soddisfatti- ha detto- è la prima volta in assoluto che facciamo qualcosa a tutto campo. Sono stati 40’ molto intensi. I nostri avversari hanno giocato con atletismo e intensità, la nostra capacità di riprendere il vantaggio quando loro ci avevano raggiunti e superati, questi sono segnali di una mentalità positiva. Poi tutto il resto è davvero presto per essere giudicato”.

Definita la pre season della Fortitudo Moncada Agrigento

Dopo l’ufficializzazione della prima casalinga del girone Ovest di serie A2, al palamoncada il prossimo primo ottobre contro il Latina, è partito il conto alla rovescia per l’inizio della pre-season della Fortitudo Moncada Agrigento. I test della pre-season biancoazzurri saranno aperti il prossimo 25 agosto alle 18.30, al PalaMoncada contro Massachusetts Umass Lowell. Ma prima, il 20 agosto, alle 18.30, è previsto il raduno del roster allenato da coach Franco Ciani, che si ritroverà al PalaMoncada. Il primo allenamento è in programma il giorno dopo, il 21 agosto, alle 8. Il 30 agosto alle 20, la Fortitudo Moncada sarà di scena a Caltanissetta dove affronterà l’Orlandina, palla a due alle 20.
Il 6 settembre, Pallacanestro Trapani contro Fortitudo Moncada: inizio alle 18 e 30. L’8 settembre trasferta a Ferrara.
Il 9 settembre, la Fortitudo Moncada farà parte del torneo di Monfalcone, i biancazzurri affronteranno l’Alma Trieste. Le possibili finali si disputeranno giorno 10 settembre.
Il 20 settembre, al PalaMoncada la Fortitudo Agrigento affronterà la Pallacanestro Trapani, palla a due alle 18 e 30.
Il 23 ed il 24 settembre, la Fortitudo Moncada prenderà parte al torneo di Ragusa. Dal basket al calcio. Doppia seduta di allenamento , ieri, per l’Akragas. I biancoazzurri, sia ieri mattina che nel pomeriggio, hanno lavorato allo stadio Esseneto. La squadra ha svolto anche un allenamento tecnico – tattico. La preparazione proseguirà al ritmo di due sedute giornaliere. Giovedì, 3 agosto, alle 17, l’Akragas giocherà una gara amichevole contro il Raffadali che milita in Eccellenza. Il test match è in programma allo stadio comunale di Raffadali.

Ufficiale: Tommaso Guariglia è biancazzurro 

La Fortitudo comunica di avere raggiunto l’accordo con Tommaso Guariglia. Il centro, classe ’97 è un nuovo giocatore biancazzurro. La scorsa stagione, Tommaso, ha giocato nella Viola Reggio Calabria.Talentuoso e determinato, il neo arrivato è già nel giro delle giovanili della Nazionale. Proprio con l’Azzurro Guariglia ha disputato gli Europei Under 20 in Finlandia. Il giocatore  ha preso anche parte del Torneo United Colors of Basketball.

Fortitudo. Lorenzo Ambrosin è ufficialmente un giocatore biancazzurro

Lorenzo Ambrosin è ufficialmente un giocatore biancazzurro.Lo rende noto la Fortitudo Moncada Agrigento . La guardia classe 97, 190 cm di altezza, proviene dal Basket club Jesolo, serie C Gold, con una media di 14.4 punti in gara.  Non solo un realizzatore, ma decisivo anche a rimbalzo e in difesa. Lorenzo Ambrosin si è reso protagonista  nel settore giovanile dell’Umana Reyer Venezia dove è stato uno degli artefici dello scudetto Under 15 nella stagione 2011-2012. Nel  2014 è vicecampione italiano nella categoria under 17 e nel 2016 arriva ancora ad un passo dal titolo questa stavolta con l’under 20. Il suo talento non è mai passato inosservato.

Albano Chiarastella e la Fortitudo si separano. Rimane Cuffaro

Albano Chiarastella (nella foto) e la Fortitudo si separano.  Capitano di mille imprese, trascinatore di innumerevoli “battaglie”,  un viaggio che oggi si conclude con un forte in bocca al lupo.
Un cammino lungo sei stagioni, scandito da fotogrammi indelebili. La Fortitudo ringrazia Albano Chiarastella, mattatore che non si è mai risparmiato: dalla Dnb alla serie A2, un leader che Agrigento saluta con affetto. Vittorie, sconfitte e ancora vittorie, Chiarastella e la Fortitudo hanno scritto insieme la storia della “effe”. Giuseppe Cuffaro,invece, sarà ancora biancazzurro. Agrigentino doc e da sempre nella nostra grande famiglia.“Io sono onorato di indossare questi colori – dice Cuffaro – è quello che sogno fin da quando ero piccolo. Sono tifoso della Fortitudo e poterci giocare per me è davvero questione di onore e orgoglio”.Con la Fortitudo fin dall’Under 13, la trafila della giovanili e poi l’esordio in prima squadra.

Jalen Cannon è un nuovo giocatore della Fortitudo Moncada Agrigento

Jalen Cannon  è un nuovo giocatore della Fortitudo Moncada Agrigento. Lo statunitense nell’ultima stagione è stato impegnato nella seconda serie israeliana.  L’ala americana classe ’93, è stato autore di 17,3 punti di media, tirando con il 60 per cento da 2, il 38, 5 per cento da 3. Forte fisicamente con una media di nove rimbalzi a partita, 198 centimetri, nella stagione 2015/2016 è stato un giocatore di una squadra di basket messicana.

“Back to the Future”: parte la campagna abbonamenti della Fortitudo

“Back to the Future” ovvero un “ritorno al Futuro”: ha scelto questo slogan la Fortitudo Moncada Agrigento per la campagna abbonamenti 2017-18 . “E’ il momento di esserci. Il momento di iniziare con noi un nuovo viaggio, un nuovo percorso- scrivono dall staff-.” Un ritorno, per la quarta stagione consecutiva, nel grande basket di Serie A2. Un Futuro fatto di tante novità, un nuovo progetto tecnico, tanta voglia di tornare a esaltarsi per il grande spettacolo del PalaMoncada”. La campagna abbonamenti si svogerà in tre fasi. La prima partirà il prossimo 15 giugno per concludersi il 30. Le prime due settimane di sottoscrizione sono destinate soprattutto a coloro che vogliono sostenere in maniera più consistente la società. Durante questa prima fase si potranno acquistare gli abbonamenti con la possibilità di garantirsi (compresi nel prezzo) i posti per gli eventuali playoff o playout (finale esclusa). La seconda fase è in programma dal 6 al 27 luglio prossimi: i vecchi abbonati potranno godere di uno sconto del 20% e del diritto di prelazione sul posto. Dal 5 al 21 settembre prossimi si svolgerà la terza fase di abbonamenti che prevede la vendita libera di tutti i posti disponibili, una volta terminati anche la prelazione e lo sconto per i vecchi abbonati. Ci si può abbonare negli uffici del PalaMoncada ogni martedì e giovedì, dal 15 giugno, dalle 16.00 alle 18.00. Chi vuole sottoscrivere l’abbonamento “SOSTENITORE” o “SOSTENITORE PLUS” potrà inviare il modulo di sottoscrizione e copia dei documenti all’indirizzo email marketing@fortitudoagrigento.it, siglando la propria sottoscrizione al momento del ritiro. Tutti coloro che sottoscriveranno l’abbonamento alla stagione 2017-18 potranno versare una prima rata al momento della sottoscrizione e saldare al ritiro. E pensa al furuto annche l’Akragas calcio. Il club di Silvio Alessi, starebbe valutando l’ingresso di nuovi soci e non è escluso, secondo quanto scrive agrigentonotizie.it, che nel prossimo cda possa ancora sedersi Marcello Giavarini. L’ormai ex presidente dell’Akragas giorni fa ha chiarito la sua posizione: il mio aiuto ok, ma con la condizione che tutti facciano la sua parte.

 

Gaffe del main sponsor della Fortitudo Bologna su Agrigento, per dirla alla Nicolas de Chamfort “Ci sono sciocchezze ben presentate come ci sono sciocchi ben vestiti”

“Agrigento? Ma è ancora in Italia?”. Queste sono state le parole pronunciate in conferenza dallo sponsor della Fortitudo Bologna di basket, Federico Ballandi, frasi pronunciate alla vigilia dei playoff di A2 che vedrà il roster emiliano contro la Fortitudo Agrigento.

Le parole di Ballandi, patron di una maison di abbigliamento, hanno suscitato non poche polemiche,

L’imprenditore parlando anche della trasferta ad Agrigento, aveva ironizzato su una realtà, ovvero quella dei difficili collegamenti: “Siamo fortunati che i playoff sono vicini a casa, a me piacciono molto le trasferte. Vedremo se con dei Frecciarossa o se con dei canotti riusciremo a raggiungere questa località. Ma è ancora in Italia?”.

Frasi che ad Agrigento non sono state gradite dall’ambiente bianco azzurro ma neanche dagli stessi supporter bolognesi che si sono subito dissociati dalle affermazioni di Ballandi. Anche la società bolognese comunque ha voluto in qualche modo, evitare ulteriori polemiche.

Dal PalaMoncada incalzato dai giornalisti, il playmaker Alessandro Piazza, ex della Fortitudo Bologna, non ha voluto non commentare “faremo parlare il campo” ha detto piazzino.

Ballandi poteva certamente evitare, del resto, Agrigento la dovrebbe conoscere poiché proprio nella città dei Templi lo stesso ha un punto vendita e comunque, all’ironico imprenditore rinfreschiamo la memoria con le immagini dei luoghi patrimonio dell’Umanità e che hanno ottenuto il premio paesaggio d’Italia ed ambiscono anche al titolo europeo. Abbiamo voluto riportare un frase dello scrittore francese Sèbastien Roch Nicolas de Chamfort che recita: “Ci sono sciocchezze ben presentate come ci sono sciocchi ben vestiti”.

[wp-rss-aggregator]