Sport tv

Gli highlights (le immagini salienti) di Siracusa – Akragas, analisi, collegamenti, interviste e approfondimenti di Lega Pro e Serie A2 saranno al centro dell’approfondimento di TV SPORT, trasmissione sportiva condotta da Angelo Gelo e Domenico Vecchio  in onda questa sera alle 21 su Agrigento Tv, canale 96 del Digitale terreste. Ospiti della puntanta un giocatore della Fortitudo, un rappresentante dell’Akragas ed altri opinionisti. Nel corso della puntata son previsti interventi del pubblico. In studio, assieme ad una rappresentanza di tifosi, la squadra di Pattinaggio Polisportiva ACIS. Spazio e parentesi anche su altri sport, comprese le gare di nuoto che si sono tenute nella piscina di Aragona.

[kkstarratings][wp-rss-aggregator]

Akragas, la dirigenza conferma Legrottaglie

Nicola Legrottaglie è e resterà l’allenatore dell’Akragas. A dirlo sono stati ieri, durante la partita della solidarietà sia il presidente Silvio Alessi che l’avv.Enzo Caponetto dell’associazione Insieme per Lo Sport. Dichiarazioni che hanno smentito e messo da parte le voci che vedevano nella gara con il Matera di sabato il crocevia dell’avventura in biancoazzurro del mister pugliese. Per Legrottaglie dunque la delicata sfida con la squadra della città dei sassi non sarà l’ultimo banco di prova. Certo le prerogative da parte della dirigenza sono quelle di poter iniziare il girone di ritorno con una vittoria per sfatare in un colpo solo il tabù Esseneto e iniziare a ricucire il rapporto con gran parte della tifoserie deluso dopo l’avvio di stagione deludente.  Per farlo Legrottaglie deve chiedere ai suoi di giocare la gara della vita. Con il Matera non sarà una finale ma poco ci manca. Un’altra sconfitta, tra le mura amiche, potrebbe sollevare l’ennesimo polverone, difficilmente risolvibile in virtù di un numero di gare da disputare sempre minore e una salvezza che diventerebbe un vero e proprio miraggio. Problemi a parte però, Silvio Alessi, predica calma e soprattutto fiducia verso società e mercato di riparazione.

Akragas tra mercato e sfida al Benevento

L’Akragas corre ai ripari per salvare la categoria. La società ha piazzato, almeno per il momento, quattro importanti colpi di mercato. L’Amministratore delegato Peppino Tirri, ha chiuso la trattativa con due difensori e due centrocampisti. Giocheranno con l’Akragas, per la seconda parte del campionato di Lega Pro, il terzino destro Alessio Grea, il trequartista Maiko Candiano, il mediano bulgaro Nikolay Dyulgerov ed il “jolly” di difesa, il talentuoso giovane maltese, Zach Muscat. Nella lista della “spesa” di gennaio vi sono altri nomi di atleti, anche stranieri, i cui ingaggi dovrebbero essere perfezionati nelle prossime ore, dopo la partita di domani sul campo del Benevento. Il club del patron Marcello Giavarini è alla ricerca di un centrocampista di qualità, in grado di far girare la squadra, e di un attaccante di spessore che possa garantire quei gol che sono mancati nel girone d’andata, fondamentali per centrare la permanenza in terza serie, senza passare dalla lotteria dei play out. L’Akragas sarebbe in pressing sui centrocampisti Lulli e Russo del Catania e sull’attaccante dello Slavia Sofia, Kurdov.  Finora è stato un mercato soddisfacente in casa biancoazzurra. La società ha messo a posto il reparto offensivo che nell’ultimo periodo ha subito parecchi gol. Il difensore Zach Muscat (22) è senza dubbio il pezzo pregiato del mercato di riparazione akragantino. E’ uno dei migliori giovani della nazionale maltese ed era richiesto anche da parecchi club di Serie B. Tirri lo ha strappato alla concorrenza e il giocatore ha accettato di buon grado l’avventura in Sicilia, alla corte di mister Legrottaglie, di cui si dichiara un suo fan. L’ultimo ingaggio in ordine di tempo è stato quello del terzino di fascia destra, il genoano Alessio Grea (25), ex del Foggia. E’ un’atleta che si adatta benissimo al 3 – 5 – 2, il nuovo modulo che lo staff tecnico agrigentino ha ripetutamente provato nella lunga pausa per le festività natalizie e che dovrebbe proporre contro il Benevento. Per rafforzare il centrocampo, e sopperire agli addii di Almiron prima e Savanarola dopo, è stato ingaggiato dal Marsala di Eccellenza, l’italo-tedesco Maiko Candiano (27). Il centrocampista, l’anno scorso, si è messo in luce con la Leonfortese in D, totalizzando 31 presenze e 10 reti, una di queste contro l’Akragas. I tre nuovi giocatori, dopo aver superato le visite mediche, si sono aggregati al gruppo della prima squadra per la trasferta di Benevento. Mister Legrottaglie li avrà a disposizione contro la squadra di Auteri e, inoltre, potrà contare sul ritorno in campo, dopo tre mesi di assenza per un infortunio al tendine, del difensore brasiliano,Thiago Cazé da Silva che mercoledì scorso è diventato papà del piccolo Vittorio. Non è ancora del tutto chiara, invece, la posizione del tecnico Legrottaglie, al quale sarebbe stata rinnovata la fiducia a tempo. Il futuro dell’allenatore, originario di Gioia del Colle, sulla panchina biancoazzurra è legata ai risultati e, soprattutto, alle prossime due gare di campionato. Domani alle 17.30 sul campo del Benevento, e sabato 16 gennaio allo stadio Esseneto di Agrigento contro il Matera, l’ex difensore di Juventus e Milan, si gioca la riconferma. La società gli avrebbe chiesto almeno 4 punti nelle prossime due partite per non essere esonerato. La vittoria all’Akragas manca dal 17 ottobre 2015 in casa della Paganese. Per tentare il colpaccio a Benevento, mister Legrottaglie dovrebbe mandare in campo Vono in porta; Thiago, Muscat e Marino al centro della difesa, Salandria e Capuano terzini offensivi; Candiano, Zibert e Aloi a centrocampo; Di Piazza e Madonia in attacco. I favori del pronostico sono tutti per il Benevento che in casa, finora, non ha mai perso. La squadra di Auteri si e’ rafforzata nel mercato di gennaio per puntare al salto di categoria.

Akragas, oggi partenza per Benevento

Ultimo allenamento e partenza programmata nel primo pomeriggio. Questo gli impegni in casa Akragas che sabato alle 17:30 sarà impegnata al Ciro Vigorito contro il Benevento nella gara valida per la 17a giornata del campionato di Lega Pro C. Novanta minuti che sanno di riscossa per i biancoazzurri che vengono da un periodo non proprio positivo. La squadra di mister Nicola Legrottaglie non vince in campionato dal 17 ottobre scorso, 1 a 0 sulla Paganese. Da in poi 6 sconfitte e tre pareggi che hanno fatto scivolare i biancoazzurri in piena zona play out. Ecco perchè con il Benevento servirà una piccola impresa per chiudere bene il girone di andata e provare dalla prossima con il Matera a conquistare la prima vittoria in casa, che in campionato, invece, manca da maggio scorso. Ma erano altri tempi e soprattutto, altre categorie. Nel farlo Peppino Tirri è corso subito ai ripari. Nelle prossime ore dovrebbero firmare per l’Akragas Maiko Candiano, Nikolay Dyulgerov e Zach Muscat. Nessuno dei tre è stato ancora ufficializzato dalla società ma non sono da escludere colpi di scena in giornata che permetterebbe a qualcuno dei tre di poter prendere parte alla spedizione campana. Candiano è un centrocampista offensivo ex Leonfortese e Marsala. Si allena con i biancoazzurri da circa venti giorni e sarebbe piaciuto a Legrottaglie sin da subito. Il bulgaro Nikolay Dyulgerov, centrocampista anche lui, ha un passato importante in Bulgaria. Ha indossato le maglie prestigiose di Slavia Sofia, Ludogorets e Cska Sofia, giocando gare di notevole importanza. Zach Muscat è invece difensore. Arrivato ieri in città, viene dal Birkirkara squadra dove ha giocato Fabrizio Miccoli. Ha esordito nella nazionale maltese a settembre e può ricoprire diversi ruoli. Un tris di acquisti che potrebbero far ripartire il Gigante. La salvezza adesso non è poi così lontana.

Akragas, la quiete dopo la tempesta

La quiete dopo la tempesta in casa Akragas. La squadra di Legrottaglie, dopo un mese particolarmente delicato, sembra aver trovato il giusto equilibrio sia a livello societario che di gruppo.Notizia di ieri è la tanto attesa pace fatta tra Marcello Giavarini e soci di minoranza. Al termine del botta e risposta natalizio le due parti si sarebbero incontrate e chiarito la piccola diatriba mediatica che ha fatto preoccupare non poco i tifosi biancoazzurri. Sulla base dell’accordo c’è anche il via libera al mercato di riparazione. Inutile negare che la salvezza del Gigante passera dai nuovi acquisti che renderanno l’Akragas nuovamente competitiva. Il lavoro, con un budget limitato, non sarà semplice ma le capacità di Peppino Tirri non sono da sottovalutare visto il recente passato dell’agente Fifa. Passando al campo Capuano e compagni continuano ad allenarsi per preparare al meglio la prossima sfida di campionato che vedrà i biancoazzurri impegnati al “Ciro Vigorito” di Benevento. Obiettivo è portare a casa almeno un punto per scacciare via la crisi e riprendere al meglio il cammino salvezza. Mister Legrottaglie, dopo tanto tempo, avrà l’intera rosa a disposizione senza ovviamente i due Sabatino e Savanarola che hanno già lasciato Agrigento da parecchio tempo. Dovrebbe prendere parte alla spedizione campana anche Maiko Candiano, ex Leonfortese che si sta allenando con la squadra del presidente Giavarini da tempo. L’esterno offensivo potrebbe firmare a breve e diventare un Gigante. La partenza per Benevento è fissate per giovedì. Per l’Akragas deve essere un 2016 di svolta.

Akragas, si prepara la trasferta di Benevento

Ripresa degli allenamenti oggi per l’Akragas che allo stadio Esseneto prepara la trasferta di Benevento di sabato 9 dicembre, ultima giornata del girone d’andata. Mister Legrottaglie potra’ contare sull’intera rosa di giocatori. Non vi sono squalificati e nemmeno infortunati. Torna a disposizione anche il brasiliano Thiago Caze’ da Silva ed il tecnico di Gioia del Colle potrà contare anche sui nuovi acquisti, il centrocampista Candiano, e il terzino sinistro Licata. Il club biancoazzurro dovrebbe inoltre ingaggiare un altro difensore, un regista ed un attaccante. In prova con l’Akragas ci sono tantissimi atleti, anche stranieri, che se dovessero convincere i dirigenti verranno tesserati nelle prossime ore. Sul fronte societario non si registra nessuna novità. La tanto agognata riunione, tra il socio di maggioranza, Marcello Giavarini, e i soci di minoranza, non c’è stata e le parti continuano ad essere distanti. L’amministratore delegato Peppino Tirri ha dichiarato alla stampa che non si è ancora fatta chiarezza sul futuro dell’Akragas, che il mercato è in stand by e che sarebbe pronto a farsi da parte. Servono nuovi capitali per proseguire la stagione con l’obiettivo di salvare la categoria. Le bocche dei dirigenti sono cucite e l’ambiente non è per nulla sereno. Anche la posizione di mister Legrottaglie è in discussione. La sua permanenza sulla panchina dell’Akragas è legata ai risultati. Se dovesse perdere a Benevento, con ogni probabilità, sarà esonerato. L’Akragas è reduce da 2 mesi di risultati negativi ed è precipitata in zona play out. Il tecnico Legrottaglie è stato confermato nonostante il rendimento disastroso degli ultimi 2 mesi : 3 punti in 9 partite, con 6 sconfitte in altrettante gare all’Esseneto.

Akragas, adesso testa solo al Benevento

Messe subito da parte le brevi vacanze per l’ Akragas oggi inizia la lunga preparazione in vista della ripresa del torneo di Lega Pro girone C. I ragazzi di mister Legrottaglie, che si sono ritrovati lunedì scorso si sono fermati solo per Capodanno, cercando di evitare qualsiasi eccesso in vista della delicata gara di Benevento in programma sabato 9 gennaio. I giocatori e lo staff tecnico hanno festeggiato la vigilia di Capodanno in un noto ristorante di San Leone. Accompagnati da mogli e figli hanno atteso la mezzanotte e brindato per un 2016 sicuramente diverso dall’anno appena conclusosi. Inutile negare che dalla gara del “Ciro Vigorito” passeranno molte responsabilità. Obiettivo obbligatorio, più che dichiarato, è uscire con qualche punto per ridare entusiasmo ad una piazza ormai spenta e in attesa di qualche innesto per rinforzare una rosa scarica. Il battibecco tra Nicola Legrottaglie e alcuni tifosi al termine dell’amichevole con il Canicattì di due giorni fa, ha evidenziato ancora una volta un clima particolare che deve essere subito messo da parte per ripartire al meglio. Il lavoro più duro spetterà a Peppino Tirri. Il braccio destro di Giavarini, con un budget limitato, deve sostituire le partenze di Savanarola e Sabatino con nuovi innesti capaci di dare più qualità ad una rosa che deve per forza salvarsi per non vanificare gli sforzi fatti in estate. L’impresa è difficile ma non impossibile per i biancoazzurri che a pieno regime hanno dettato legge in teatri storici del calcio italiano. Bisogna lavorare e sperare. Il resto verrà da se.

Akragas a caccia di rinforzi 

 “Chiederò un incontro alla società per fare chiarezza, per salvarci serve uno sforzo finanziario importante. In caso contrario facciamo fatica a sostituire i tre infortuni gravi e porre rimedio alle altre situazioni che non hanno funzionato”. L’amministratore delegato dell’Akragas, Peppino Tirri pone i suoi paletti. Il summit con la società, annunciato nella conferenza stampa del dopo partita col Melfi (sesto ko casalingo di fila), dovrebbe avvenire dopo Natale. Le due componenti principali della proprietà, vale a dire il socio di maggioranza Marcello Giavarini e il presidente del Cda Silvio Alessi, incontreranno Tirri e i suoi collaboratori. Per rinforzare l’attuale inquadratura si parla di un terzino e di un centrale di difesa, per poi valutare le opportunità che il mercato offrirà per quello che ad oggi sembra il reparto più bisognoso di attenzioni e cioè l’attacco.

Bocche cucite, dirigenza valuta esonero di Legrottaglie 

La dirigenza dell’Akragas e’ in silenzio. Non rilascia, almeno per il momento, dichiarazioni ufficiali alla stampa. Nelle prossime ore si deciderà sulla posizione di Nicola Legrottaglie che rischia l’esonero dopo la sconfitta contro il Melfi, la sesta consecutiva in casa. Anche l’amministrazione delegato, Peppino Tirri, artefice del mercato dell’Akragas e contestato dai tifosi,  non ha ancora deciso se rassegnare le dimissioni oppure continuare la sua avventura in casa biancoazzurra. In attesa di conoscere il destino della panchina dell’Akragas, il tecnico Nicola Leggrottaglie ha dato appuntamento alla squadra per il 28 dicembre, giorno della ripresa degli allenamento in vista della trasferta di Benevento, ultima giornata del girone d’andata.

Akragas, impazza il calciomercato

Almiron non è più un giocatore ma resterà in società. E’ con questa notizia che si è aperto ufficialmente il mercato in casa Akragas. La notizia è arrivata con una nota della società che ha annunciato la risoluzione consensuale del contratto che legava il giocatore ai biancoazzurri, promuovendolo a coordinatore area tecnica. Un movimento di mercato, seppur in uscita, che ha avviato il valzer dei giocatori che molto probabilmente interesserà la squadra di Legrottaglie nella finestra di gennaio. Con la rescissione dell’argentino si è liberato un posto importante in rosa, fin qui quasi inutile, visto che il centrocampista di Santa Fe ha giocato poco o niente. Un ruolo, il suo, di particolare importanza che se verrà rimpiazzato bene potrà fare la differenza nel proseguo della stagione. Notizia di stamani è invece l’interessamento dell’entourage di Tirri verso Zach Muscat, difensore maltese in forza al Birkirkara. Classe 93′, con 4 presenze in Europa League, vanta di un buon curriculum tra i professionisti. Muscat ha confermato le voci ma posticipato un suo arrivo ad Agrigento per giugno. Insomma da qui al 31 gennaio ci sarà una vera e propria rivoluzione. La salvezza del Gigante passa anche e soprattutto dal mercato.

Akragas, tra mercato,“Dirty Soccer” e saluti

Dopo giorni di fuoco il mercato Akragas è in stand by. I tanti colpi messi a segno che hanno portato alla corte di Legrottaglie nomi del calibro di Capuano, Maurantonio, Almiron e Madonia il duo Tirri-Argurio è al lavoro per limare ed ultimare una rosa che conta ancora sei posti liberi.

Un nome su tutti è quello di Elvis Abbruscato. La questione legata al classe 81′ ex Vicenza, Lecce e Pescara è diventata un vero e proprio rebus. Il giocatore è a Torre del Grifo e si allena con il gruppo da un paio di giorni e si attende solo la firma che darebbe all’Akragas il suo attaccante di peso.

Per quanto riguarda altri colpi nelle ultime ore è cresciuto l’interesse per l’ex Regginja Giuseppe Maimone. Centrocampista classe 94, si è svincolato dai calabresi e come riferito da reggionelpallone sarebbe vicino al Gigante.

Cambiando argomento, invece, oggi è il giorno tanto atteso. Alle 15:30 il Tribunale Federale Nazionale di Roma renderà note tutte le richieste le condanne scaturite dal processo Dirty Soccer. Un processo che interessa anche l’Akragas che dopo l’arresto del suo ex giocatore Salvatore Astarita, per i fatti accaduti durante la gara Neapolis-Akragas, è stata deferita per responsabilità oggettiva.

I biancoazzurri non rischiano molto ma potrebbero ricevere qualche punto da scontare nella prossima stagione di Lega Pro.

Prossima stagione che non vedrà sicuramente protagonista con la maglia del Gigante Nicola Arena. Il Genio, dopo tre stagioni ad Agrigento e 45 gol, sta per trasferirsi alla Reggina.

Akragas, arriva Aloi in prestito dal Trapani

Altro colpo in casa Akragas. Ad essere ufficializzato nella giornata di ieri è stato il prestito del  giovano Salvatore Aloi. Classe 96′ centrocampista, arriva dal Trapani con cui ha un contratto quinquennale . Cresciuto calcisticamente con la formazione della Reggina, dove in due stagioni ha collezionato 23 presenze e siglato due reti, si va ad aggiungere alla lista di giocatori che il prossimo anno cercheranno di far bene con la maglia del Gigante in Lega Pro. Acquisti che tuttavia non dovrebbero fermarsi qui. In queste ore ad approdare in biancoazzurro dovrebbe essere anche Elvis Abbruscato. Per il classe 81′ mancano solo pochi dettagli che regalerebbero finalmente a Legrottaglie la punta di peso richiesta proprio dal mister Pugliese. Per quanto riguarda il calcio giocato, invece, a tenere banco è la gara di Coppa Italia Lega pro del 14 Agosto. La Vigor Lamezia, infatti, scenderà in campo con la formazione Beretti a causa del processo “Dirty Soccer” che interessa la società calabrese. Insomma una gara che sa di passerella.

Akragas, ufficializzati Thiago Cazè e Roghi

Thiago Caze’ da Silva e Salvatore Roghi sono ufficialmente due giocatori dell’Akragas. A renderlo noto è stato il sito ufficiale con una nota stampa divulgata in mattinata. Il primo, difensore venticinquenne, è brasiliano. Atleta di Cristo ha il passaporto portoghese. Ha indossato le maglie di Marilia, Lucchese e Lumezzane, totalizzando 19 presenze e siglando due gol. Il secondo è Salvatore Roghi. Classe 95′, attaccate napoletano, ha giocato nel Taranto, Arzanese, Benevento, Mariano Keller, collezionando 48 presenze e 7 gol. Due buoni innesti che vanno ad arricchire l’ottimo lavoro svolto fin qui dal duo Tirri-Argurio, al centro del mercato nazionale dopo i tanti colpi messi a segno. In stand by, invece, la situazione legata ad Abbruscato. Dato per ufficiale da alcuni giornali in realtà le due parti sarebbero vicinissime ma ancora non d’accordo. Situazione che sta portando i dirigenti biancoazzurri a sondare altri nomi senza tuttavia renderlo noto. Passando al calcio giocato, invece, è finita con un rotondo 2 a 0 l’amichevole tra l’Akragas e l’Acireale disputatasi ieri a Torre del Grifo. Le reti, entrambe nel secondo tempo, sono state siglate da Allepo Henoc e Leonetti. I ragazzi di Legrottaglie oggi resteranno a riposo e dovrebbe riprendere la preparazione già da domani a meno che non venga accolta dalla lega la richiesta fatta dalla società biancoazzurra di posticipare la gara di Coppa Italia Lega Pro con la Vigor Lamezia fissata per il 14 Agosto.

11830152_10207377815464816_1028124370_n 11868713_10207377814744798_39870969_n

Mercato in fermento per l’ Akragas, dopo Almiròn si punta Abbruscato

Sergio Bernardo Almiron è un giocatore dell’ Akragas. Questa la bomba di mercato ufficializzata stamani dalla società biancoazzurra che si è assicurata le prestazioni di un talento ex Serie A. La notizia era nell’area e non si attendeva altro che la conferma. L’ex Catania, infatti, si allena a Torre del Grifo dall’inizio del ritiro ma non aveva ancora ufficializzato il suo matrimonio con il Gigante a causa di un problema fisico monitorato e risolto insieme allo staff medico. Inutile presentare un giocatore che nel corso della sua carriera ha vestito le maglie di Udinese, Empoli, Monaco, Fiorentina, Bari e Catania, collezionando 302 presenze e siglando 36 gol. Operato del duo Tirri-Argurio che comunque non sembra volersi arrestare. I biancoazzurri sono in trattativa anche con l’attaccante Elvis Abbruscato. Come confermato ieri Da Giavarini, Tirri e Argurio le due parti sono vicine ma non hanno ancora trovato l’accordo. Per quanto riguarda il calcio giocato, invece, la nuova stagione del Gigante inizierà il 14 Agosto. Ieri, infatti, sono state sorteggiati i calendari della prima giornata della fase eliminazione di Coppa Italia Lega Pro. I biancoazzurri, sul neutro di Trapani, affronteranno la Vigor Lamezia.  Insomma un nuovo anno di emozioni sta per cominciare.

Colpo Akragas, preso Sergio Almiròn

Nel tardo pomeriggio di ieri, il giocatore argentino con passaporto italiano, ha firmato il contratto che lo lega all’Akragas. Sergio Almiròn non ha bisogno di presentazione; per lui parlano i numeri: 226 partite in serie A, 50 in serie B, 14 di Coppa Italia, 4 di Champions League e 11 nella League francese col Monaco. In Italia la sua carriera calcistica inizia ad Udine, nel campionato 2001/2002, dove debutta nella massima serie in Udinese – Perugia. Centrocampista destro ha vestito le maglie di Juventus, Fiorentina, Bari, Empoli e Catania. Almiròn , svincolatosi dal Catania, da giorni si allena col gruppo biancoazzurro e la sua tecnica, il suo talento , saranno determinanti per un Akragas che vuole regalare una stagione a massimi livelli per gli sportivi agrigentini.

 

Schermata 2015-08-07 alle 12.48.23 Schermata 2015-08-07 alle 12.04.57 Schermata 2015-08-07 alle 12.05.17 Schermata 2015-08-07 alle 12.06.07 Schermata 2015-08-07 alle 12.16.46 Schermata 2015-08-07 alle 12.16.55 Schermata 2015-08-07 alle 12.17.07 Schermata 2015-08-07 alle 12.17.15 Schermata 2015-08-07 alle 12.17.24 Schermata 2015-08-07 alle 12.17.32 Schermata 2015-08-07 alle 12.17.43 Schermata 2015-08-07 alle 12.17.50 Schermata 2015-08-07 alle 12.18.07 Schermata 2015-08-07 alle 12.19.43