Litiga con la moglie e viene sorpreso con una pistola detenuta illegalmente.

E’ costato caro il litigio con la propria moglie, ad un pensionato 70 enne di Grotte, sorpreso con una pistola “clandestina”. A chiamare i carabinieri è stata la donna riferendo di avere in atto un’animata lite con il marito, all’interno della propria abitazione. In contrada Altavilla, i militari dell’Arma hanno identificato l’uomo e la donna e sono riusciti subito a calmare gli animi, notando però un certo nervosismo dell’uomo. I Carabinieri gli hanno chiesto di esibire le armi che risultava legalmente detenere. Durante il controllo, oltre ad un fucile e ad una pistola che erano state regolarmente denunciati, è saltata fuori una Pistola Revolver calibro 25, di fabbricazione estera, risultata “clandestina” in quanto priva del numero di matricola. Per il pensionato, 70 enne, sono subito scattate le manette ai polsi con l’accusa di “Illegale detenzione di arma da fuoco clandestina”.

Grotte si è fermata per il saluto a Vincenzo il camionista deceduto nel crollo del ponte “Morandi” di Genova

La comunità di Grotte ha dato l’ultimo saluto a Vincenzo Licata lo sfortunato autotrasportatore deceduto a Genova nel crollo del viadotto “Morandi”.  Vincenzo, con la passione per la musica e per i camion, era partito dal suo paese di origine sul finire degli anni ottanta del secolo scorso per trasferirsi a Vicenza dove aveva ottenuto un impiego alle poste. Lavoro che però l’uomo ha successivamente lasciato per coronare il sogno di avviare una ditta di trasporti. A Vicenza,  ha comunque maturato la passione di sempre e nel 2002 aveva fondato un complesso bandistico. Il cinquantottenne lascia la moglie e due figli. Ad attendere il feretro in piazza Marconi a Grotte, anche l’anziana madre che, nell’immane e improvvisa tragedia che ha scosso l’Italia intera, ha rivissuto il dramma già patito per un altro figlio, Giuseppe, anch’egli morto a bordo di un camion in un incidente stradale. I funerali si sono celebrati nella Chiesa Madre dedicata a Santa Venera. Una folla commossa ha assistito alle esequie celebrate dal vicario generale dell’arcidiocesi di Agrigento, mons. Melchiorre Vutera, alla presenza delle autorità locali.

Sulla cittadina a lutto per volontà del sindaco Alfonso Provvidenza si è abbattuta anche una fitta pioggia, un segnale forse che anche dal cielo ha fatto cadere quelle lacrime che adesso però attendono giustizia. Sulla bara di Vincenzo un berretto del complesso bandistico dei Bersaglieri di cui era membro. Quello di Grotte è stato il terzo funerale per Vincenzo Licata, il primo, Sabato a Genova alla presenza del Capo dello Stato, poi lunedì nella sua parrocchia vicentina di Santa Bertilla e infine quello odierno nella sua Grotte con le note dei suoi amici della banda e dove riposerà per sempre.

A Grotte la quinta edizione di “Donna con Te”

Mercoledì 8 Agosto prossimo alle 21:00, in Piazza Umberto I a Grotte, la quinta edizione di “Donna con Te”: Concerto in passerella contro la violenza sulle donne.

Uno spettacolo di circa due ore, che vedrà sul palco oltre 100 persone tra cantanti, ballerini, modelle, attori.

A curarne la direzione artistica, anche quest’anno, coadiuvato da un operativo Staff e da Photo Evolution, Angelo Palermo che vestirà i panni di presentatore insieme alla madrina dell’evento Chiara Esposito, volto nazionale in quanto Professoressa de “L’eredità” su Rai 1, nonché Miss Sicilia e finalista di Miss Italia con la fascia Miss Eleganza.

L’invito è rivolto a tutti, con l’intento di essere uniti per dire NO alla violenza sulle donne.

Malmenati, minacciati con una accetta e rapinati in casa: coniugi in ospedale

Violenta rapina a Grotte ai danni di due coniugi che sono stati minacciati con una accetta all’interno della loro abitazione. Malviventi con il volto travisato che sono riusciti, nella notte fra mercoledì e giovedì, ad entrare in azione in contrada Mandra.

Dopo l’allarme, sul posto, sono intervenuti i militari dell’Arma dei Carabinieri della stazione di Grotte e quelli della compagnia di Canicattì che hanno subito avviato le indagini per identificare i rapinatori, probabilmente quattro uomini di origine romena.

Soggetti che minacciando la coppia di coniugi sessantaquattrenni sono riusciti a farsi consegnare oggetti preziosi e gioielli, oltre al contante presente in casa. Da quantificare l’esatto ammontare del “bottino”. I due coniugi sono stati soccorsi e trasportati all’Ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì per alcuni lievi ferite riportate e giudicabili guaribili in pochi giorni.

Secondo la ricostruzione, i malviventi sarebbero entrati nell’abitazione armati di una accetta, probabilmente prelevata poco prima da un magazzino, e dopo avere strattonato le due vittime hanno posto in essere il loro piano criminale sotto le minacce. Alla fine i quattro avrebbero abbandonato l’abitazione con il “bottino” senza lasciare alcuna traccia.

Anziana rapinata a Grotte, portati via gioelli e preziosi

Rapinata una anziana donna nella propria abitazione a Grotte. Probabilmente una donna si sarebbe intrufolata all’interno approfittando della porta socchiusa, minacciando l’ottantenne di consegnare i gioielli.

E’ accaduto nella giornata di domenica scorsa. La anziana donna non ha potuto fare altro che consegnare i preziosi alla malvivente che, una volta preso tutto, si è allontanata facendo perdere le proprie tracce.

Dopo l’allarme, sul posto sono giunti i militari dell’Arma dei Carabinieri della compagnia di Canicattì che hanno raccolto la denuncia dell’anziana signora e avviato le indagini di rito.

Grotte. Cala il sipario sul premio “Nino Martoglio”

Archivata a Grotte anche la quindicesima edizione del premio letterario “Nino Martoglio”, la kermesse ideata e diretta dall’artista Aristotele Cuffaro che quest’anno ha assegnato gli ambiti riconoscimenti a tre ambasciatori della cultura siciliana. All’attrice Donatella Finocchiaro, protagonista della pellicola di successo “Il regista di matrimoni” il premio speciale “Gregorio Napoli”, l’artista però frenata da un malore, non ha potuto ritirare il riconoscimento.  Tra i premiati anche l’agrigentino Giovanni Moscato a cui la giuria ha assegnato il “Francesco Pellitteri” un tributo alla carriera per il poliedrico artista. Per la sezione artistico – musicale invece la scelta è andata sulla musicista e stilista palermitana, Alessandra Salerno, la giovane artista protagonista di un noto talent show che ha incantato i presenti con la rivisitazione di brani dell’indimenticata Rosa Balistreri accompagnati dall’autoharp, un ibrido tra arpa elettrica e fisarmnica.  Al premio Martoglio di Grotte anche la bella marsalese Anna Passalacqua, finalista di Miss Italia, che al concorso di bellezza è stata protagonista di un divertente sketch in lingua sicula con l’attore Gabriel Garko. Una manifestazione, quella voluta da Aristotele Cuffaro che da’ lustro alla cittadina agrigentina e che la candida ad essere una delle capitali della cultura siciliana.

Risate al teatro “Costa Bianca” di Realmonte con la commedia “Cu perdi vinci” di Aristotele Cuffaro

Prosegue la tournèe teatrale della compagnia “Nino Martoglio” con “Cu perdi vinci”la commedia in due atti in vernacolo grottese, scritta, diretta e interpretata dal brillante caratterista Aristotele Cuffaro.  Le singolari vicende di una famiglia di ristoratori siciliani a Latina, sono andati in scena ieri al Teatro Costa Bianca di Realmonte. 90 minuti di grasse risate, in scena come detto, Aristotele Cuffaro nei panni di Cesaro, titolare di una tratoria, marito succube di Benita, interpretata dalla brava Isabella Villani. Con loro la giovene Flavia Iannello, Lola la figlia che aspira a diventare una cantante e Claudia Agnelo, la Madame Butterfly che si presta ad aiutare Lola nella sua carriera di artista. Una commedia che racconta uno spaccato familiare realistico, che con la verve comica di Cuffaro, racconta le gesta di un marito stanco di essere sopraffatto dalla moglie e che cerca un po’ di libertà, affidando ad un annuncio di incontri, la speranza di una scappatella. Ambizione che però è comune anche ad un altro membro della famiglia. Un rocambolesco intrigo passionale che riserva un finale riconciliatore per una commedia tutta da ridere. “Cu vinci perdi” si replica il prossimo 2 settembre a Raffadali, il 3 settembre a Grotte e successivamente a Racalmuto e Ravanusa.

 

Emergenza incendi. Piromane arrestato a Sciacca

Sul fronte incendi, è stato letteralmente un week – end di fuoco quello vissuto nell’agrigentino dove, diversi roghi hanno interessato zone comprese tra i comuni di Agrigento, Porto Empedocle e Grotte. Nella notte tra sabato e domenica Vigili del Fuoco a lavoro, nel centro capoluogo di Provincia nella zona della clinica Sant’Anna e nella mattinata di ieri anche nel quartiere di Villaggio Mosè. A Porto Empedcole invece le fiamme hanno avvolto parte della contrada “Ciuccafa. Fuoco anche nell’agro di Grotte. Tutti incendi comunque che fortunatamente non hanno coinvolto persone, ma ettari di vegetazione sono andate in cenere. Intanto a Sciacca, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un uomo del luogo, sorpreso ad appiccare fuoco a dei mucchi di sterpaglie in prossimità di un terreno incolto situato nelle immediate vicinanze del centro abitato. L’uomo è stato avvistato dai militari poco dopo le ore sette del mattino in via Agatocle, a poche decine di metri dalle Terme di Sciacca, si deve ad un maresciallo dei carabinieri, che ha spento il fuoco il propagarsi delle fiamme. Al presunto piromane comunque non verrebbe contestato l’innesco delle fiamme che venerdì scorso hanno seminato il terrore tra gli abitanti del quartiere Sant’Agostino. L’uomo che è stato posto ai domiciliari rischia una pena detentiva compresa tra 4 e 10 anni. Rimane alta l’allerta incendi nell’agrigentino, intanto l’ex Provincia Regionale ha avviato il servizio di vigilanza antincendio lungo alcune strade, provinciali e consortili.

[wp-rss-aggregator]

Distacco fogna agli utenti morosi. Il TAR dà ragione al sindaco di Grotte

Distacco di Girgenti Acque del servizio di fognatura agli utenti morosi, il TAR Sicilia ha respinto il ricorso avanzato dalla società che gestisce il servizio idrico integrato nei confronti del Comune di Grotte. Era il 23 ottobre del 2015 quando il sindaco del centro agrigentino, Paolo Fantauzzo, con propria ordinanza, vietava ai tecnici di Girgenti Acque di procedere al distacco degli allacci fognari ai cittadini grottesi che non erano a posto con il pagamento delle bollette idriche. Nell’ordinanza del sindaco si faceva leva sul rischio igienico-sanitario che tale procedura poteva innescare. La società presieduta da Marco Campione si era rivolta al TAR per impugnare l’ordinanza sindacale. Lo scorso 20 dicembre però i giudici della prima sezione del Tribunale Amministrativo di Palermo, Presidente Calogero Ferlisi, ha rigettato il ricorso di Girgenti Acque. Una sentenza questa che fa’ giurisprudenza e consentirà anche agli altri sindaci dei Comuni gestiti da Girgenti Acque, di non permettere agli stessi di staccare la fogna ai morosi. I contenuti della sentenza emessa lo scorso 20 dicembre, sono stati illustrati in una conferenza svoltasi nella sede dell’ATI di Agrigento dallo stesso sindaco di Grotte Paolo Fantauzzo. Presenti in conferenza anche i primi cittadini di Casteltermini e Favara, rispettivamente Nuccio Sapia e Anna Alba, quest’ultima amministratrice, nei giorni scorsi aveva diffidato Girgenti Acque a procedere con il distacco dei collegamenti fognari sul suo territorio comunale.

[wp-rss-aggregator]

Grotte. Indetto il Premio Internazionale Il Santo Presepe 2016

L’Associazione “La Stella di Betlem” di Grotte in collaborazione con i Cavalieri del Santo Presepe, organizza il Premio fotografico Internazionale “IL SANTO PRESEPE”

Cinque le sezioni della kermesse, ovvero: presepe domestico, pubblico, parrochialem vivente e in vetrina.

Per i bambini che non superano il tredicesimo anno di età invece, cìè la sezione speciale “piccoli presepisti”.

Il concorso è aperto a tutti coloro che realizzano un presepe per il Santo Natale 2016 in qualsiasi Nazione e con qualsiasi tecnica, materiale, stile, tema, e dimensioni;

La scadenza per la partecipazione è fissata al prossimo 6 Gennaio.

I vincitori saranno proclamati il 2 Febbraio.

Per consultare il bando integrale o per avere ulteriori informazioni ci si può collegare al blog lastelladibetlem.blogspot.it

Incontro dibattito “i professionisti dell’ antimafia”

Giovedì 16 giugno alle ore 20. Presso il centro polifunzionale San Nicola a Grotte. L’ associazione teatrale culturale Nino Martoglio con il patrocinio del comune  presenta l’ incontro dibattito dal tema“i professionisti dell’ antimafia” Con il presidente regionale della commisione antimafia Nello Musumeci.“L’ incontro ha l’ intento di dialogare con il Presidente ed analazzizzare la paradossale posizione di chi si veste della buona lotta alla mafia a parole ma che scende a patti nel concreto con la stessa.  Un paradosso tipicamente pirandelliano, un concetto anticipato, in maniera lungimirante,   da leonardo sciascia”.  L’ incontro sarà moderato da Aristotele Cuffaro.

[kkstarratings][wp-rss-aggregator]

Nozze di Diamante a Grotte 

Hanno festeggiato felicemente, ieri 2 giugno, i loro 60 anni di matrimonio, le cosiddette Nozze di Diamante, i coniugi grottesi Maria Nona Girgenti di anni 78 e Francesco Tirone di anni 87, oggi nonni di 11 nipoti, e tra questi il giovane conduttore televisivo Angelo Palermo. Ecco la foto con i loro sei figli.

[kkstarratings][wp-rss-aggregator]

L’associazione Martoglio regala libri alla scuola di Grotte 

L’Associazione teatrale culturale Nino Martoglio di Aristotele Cuffaro regala agli studenti delle scuola media Angelo Roncalli 200 copie del libro “ Per non perdere le radici – aspetti di vita paesana” di Francesco Pillitteri. Ogni studente dovrà leggerlo per poi comporre un elaborato. Il migliore sarà premiato alla quattordicesima edizione del premio Martoglio che si terrà in estate. La presentazione del libro si svolgerà il 2 maggio nel plesso di via Acquanova alle ore 11.30.

[kkstarratings][wp-rss-aggregator]

“Festa di San Martino impignolate e vino”

Anche per la seconda edizione, a Grotte, è stato confermato il successo della “Festa di San Martino impignolate e vino” . Un evento che il fine settimana appena trascorso, ha richiamato le tradizioni popolari dei piccoli paesi di un tempo. Una serie di iniziative che hanno allietato grandi e piccoli già dalle prime ore del pomeriggio con il mercatino dell’artigianato e delle creatività. Poi intrattenimenti per i bambini e, in serata, risate con lo spettacolo del comico palermitano Gianni Nanfa. In tutto cio’ non poteva mancare il momento dedicato alle degustazioni dei prodotti tipici locali con le impignolate e il vino novello. Un evento realizzato dal comune di Grotte con la collaborazione degli sponsor locali.

FESTA DI SAN MARTINO impignolate e vino a Grotte

Dopo il successo della prima edizione, torna oggi a Grotte la Festa di San Martino. Una festa con tante iniziative per grandi e piccoli in un unico giorno carico dei sapori della tradizione. Dal pomeriggio , fino a sera, diverse iniziative con il mercatino dell’artigianato, degustazioni e poi lo spettacolo di Gianni Nanfa.