Il “Presepe Vivente di Montaperto” apre le porte alla solidarietà

Il “Presepe vivente di Montaperto” si tinge dei colori della solidarietà. Chiamate all’appello le associazioni che si occupano dei disabili, ma anche le famiglie meno abbienti, che avranno la possibilità di godere, gratuitamente della bellezza e della suggestione del “Presepe vivente di Montaperto”. Oggi, 5 gennaio, le porte del magico presepe verranno aperte alle 17, per dare la possibilità ai soggetti in difficoltà, di visitarlo accompagnati dagli organizzatori che faranno loro fruire il percorso del presepe più agevolmente. Presente all’appuntamento anche il Cardinale Francesco Montenegro. Per tutti coloro che volessero visitare il suggestivo percorso del presepe vivente, l’ora di apertura rimane quella delle 17.30. Stesso orario per domani, 6 gennaio, giorno in cui al presepe si attenderà l’arrivo dei Re Magi e domenica 8 gennaio ultimo giorno utile per visitare il Presepe Vivente.

 

[wp-rss-aggregator]

 

 

Grande affluenza al “presepe vivente di Montaperto”

Il periodo natalizio agrigentino è arricchito dal presepe vivente di ” Montaperto”, un appuntamento giunto ormai alla nona edizione che negli anni ha ottenuto grande successo di visitatori e di critica. L’evento, patrocinato dal comune di Agrigento, è stato ideato da Nino Amato che, insieme allo staff organizzativo e gli abitanti del quartiere, regala a migliaia di visitatori uno spettacolo molto suggestivo. Il borgo agrigentino di Montaperto si presta, senza alcun artifizio, a rappresentare uno scorcio di Betlemme grazie ai siti assolutamente naturali e rurali fermi nel tempo. I primi tre giorni di questa nona edizione hanno registrato un boom di presenze. Il giorno di Capodanno, un nutrito gruppo di visitatori provenienti dal palermitano, che soggiornava ad Agrigento, ha deciso di dedicare il primo giorno dell’anno alla visita del presepe vivente.Gli scorci del percorso del presepe hanno preso vita non soltanto grazie ai figuranti degli antichi mestieri, alle donne che preparano ogni ben di Dio, agli attori e musicisti che hanno offerto momenti di riflessione, e armonia ma grazie soprattutto all’interazione dei visitatori e dei bambini, quest’anno ancor più protagonisti, che hanno vissuto appieno questo presepe fatto con semplicità, da circa 80 volontari, senza dimenticare le tradizioni religiose e contadine. Il “presepe di Montaperto” riprenderà giovedì 5 gennaio, e sarà fruibile anche il 6 gennaio, giorno in cui si assisterà all’arrivo dei Re Magi e domenica 8 ultimo giorno di questa nona edizione, dalle 17.30 fino alle 21.

[wp-rss-aggregator]

Il “Presepe Vivente di Montaperto” riapre i battenti

Il “presepe vivente di Montaperto” domani, alle 17.30, riaprirà i battenti a tutti coloro volessero terminare il nuovo anno immersi in uno scorcio di Betlemme, avvolto da musiche, canti che accompagneranno i visitatori nel percorso. Assaggi tipici della nostra tradizione contadina verranno offerti in ogni angolo del presepe, si potranno riscoprire gli antichi mestieri e per i bambini tanti giochi e animali con cui poter interagire. Inoltre, non mancheranno i momenti di arte estemporanea e riflessione grazie al maestro Peppe Cammarata e alla voce di Valeria Micciché ; a questo si aggiungerà l’esilarante ironia degli attori Graziana Lo Brutto e Luigi Corbino. Il presepe rimarrà aperto anche il primo giorno del 2017, e il 5,6,8 gennaio dalle 17.30 in poi.

 

[wp-rss-aggregator]

Conclusa l’iniziativa del “Presepe delle scuole”.

Grande successo per l’iniziativa “il presepe delle scuole” che ha visto oltre 4000 studenti, provenienti da Noto, Gela e da altre località della provincia agrigentina, “invadere” il suggestivo borgo di Montaperto per immergersi nella magica atmosfera natalizia.  Quattro giornate de “Il presepe delle scuole” che non hanno soltanto arricchito gli studenti attraverso un profondo momento di “apprendimento divertente”, ma hanno cambiato anche ognuno delle circa 100 persone, tra organizzatori e figuranti che, dopo mesi di sacrifici e intenso lavoro, sono stati travolti dall’innocente entusiasmo e dalla coinvolgente meraviglia di questi piccoli visitatori. Protagonista di questi giorni, dunque, non soltanto l’immagine della Sacra famiglia riunita attorno al tenero Gesù bambino, ma anche lo stupore dei bambini davanti ad una realtà sconosciuta ma affascinante, che concretizza la vera atmosfera del Natale. Per la tanto attesa inaugurazione della nona edizione del “Presepe Vivente di Montaperto” si dovrà attendere lunedì 26 dicembre prossimo.

[wp-rss-aggregator]

 

Successo per il presepe di Montaperto rivolto alle scuole

Ha riscosso un ampio successo a Montaperto, frazione di Agrigento, “Il presepe nelle scuole”, che per 3 giorni è stato visitato da migliaia di studenti provenienti dalle scuole di Agrigento, Porto Empedocle, Licata,  Favara, Gela, Butera e ancora altri comuni. I ragazzi sono stati accolti nel borgo agrigentino per immergersi nella suggestiva atmosfera Natalizia. Le studentesse dell’istituto “Nicolò Gallo” hanno accompagnato le scolaresche in un percorso didattico lungo il presepe vivente, alla scoperta di antichi mestieri e dei sapori e profumi tipici della nostra terra, tra cultura e degustazioni. L’ ottava edizione del presepe di Montaperto sarà inaugurata sabato 26 dicembre alle ore 17.30, e sarà presentata alla stampa domani ad Agrigento al Palazzo Filippini alle ore 11. Inoltre, domenica 20 dicembre, ad Agrigento, a Porta di Ponte, dalle ore 17 in poi sarà offerto uno spaccato di ciò che sarà il “Presepe di Montaperto”, grazie alla presenza di artisti, musicisti e personaggi viventi del presepe. E’ stato avviato inoltre il concorso dei “Presepi artigianali”. Informazioni e iscrizioni su Facebook alla pagina “Montaperto Presepe di Agrigento”.

Capodanno al “presepe vivente di Montaperto”.

Dopo qualche giorno di pausa, il  presepe di Montaperto  riaprirà i battenti per tutti coloro volessero iniziare il nuovo anno immersi in uno scorcio di Betlemme. Un viaggio nella natività  e vecchie tradizioni. Il tutto sarà avvolto da musiche, e canti  che accompagneranno i visitatori. Si potranno riscoprire gli antichi mestieri e, per i bambini , tanti giochi e animali con cui poter interagire. Inoltre non mancheranno i momenti di arte estemporanea e riflessione grazie agli attori del “piccolo teatro città di Agrigento”.

DSC_4588