E se la demolizione del ponte Petrusa dipendesse da un errore di progettazione della S.S.640?

La luce in fondo al tunnel è ancora lontana nell’agrigentino per la risoluzione di alcuni dei disagi provocati dalla chiusura e/o demolizione di importanti viadotti. In c.da Petrusa, sulla Strada Statale 122 Agrigento – Favara, Anas avrebbe avviato l’iter di esproprio dei terreni su cui sorgerà il nuovo ponte, in sostituzione di quello demolito nello scorso mese di novembre. Si prospettano tempi lunghi quindi per il ripristino dell’arteria che causa notevoli disagi, nono solo ai residenti della zona, ma anche al personale in servizio presso il carcere Petrusa e a quanti devono raggiungere i due centri abitati di Favara e Agrigento. Ma perché quel viadotto è stato demolito? Ufficialmente non è stata fornita una motivazione. Da qualche anno lo stesso era stato parzialmente interdetto al passaggio con un restringimento di carreggiata, probabile quindi che si sia trattato di un problema strutturale, ma la celerità con la quale ANAS ha deciso di buttarlo giù, in concomitanza con l’apertura al traffico della nuova Statale 640 porterebbe a pensare ad altro. Secondo alcuni tecnici infatti, all’origine della demolizione ci sarebbe un errore di progettazione del nuovo tracciato della Strada degli Scrittori, l’asse stradale più alto dell’originario, con il viadotto Petrusa, non avrebbe consentito il passaggio di alcune tipologie di mezzi speciali. Se questa ipotesi fosse confermata, si spiegherebbero anche i ritardi di ANAS nella progettazione del nuovo viadotto. Spostandoci invece sul Ponte Petrula nella Strada Statale 624 Licata – Torrente Braemi, ANAS dice che le travi per l’impalcato del viadotto sono già arrivate a Catania e che dopo ferragosto, le stesse potranno muoversi alla volta del cantiere per la posa in opera. Date certe sulla fine dei lavori, anche in questo caso non ce ne sono, nonostante siano ormai trascorsi oltre tre anni dal crollo del viadotto. Restando in tema di disagi, per lavori allo svincolo di Caltanissetta, sino al prossimo 28 gennaio, restringimento di carreggiata sulla Strada Statale 640, in prossimità della corsia di decelerazione e chiusura della corsia di marcia, dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”.