Rifiuti. L’assessore Hamel non mantiene la promessa, a Zingarello non parte il porta a porta

Il quartiere balenare agrigentino di Zingarello è al collasso, la discarica autorizzata dal Comune di Agrigento in viale del Sole mette a rischio l’incolumità degli abitanti e la promessa dell’assessore comunale al ramo, ovvero che da oggi anche nel quartiere periferico sarebbe stata avviata la raccolta porta a porta, non è stata mantenuta.

Non è bastato l’epsosto presnetato lo scorso 26 maggio dagli abitanti dove gli stessi, contestavano al Comune diverse violazioni alle vigenti normative tra i quali anche l’ipotesi di reato di disastro ambientale.

Hamel, dopo l’incendio che ignoti avevano appiccato ai rifiuti ed in seguito alle lamentele dei residenti, lo scorso 30 maggio, aveva annunciato la probabile partenza del servizio porta a porta per la data odierna. Stamattina però, il risveglio di Zingarello è stato uguale a quello dei giorni scorsi, viale del Sole è colmo di rifiuti e nessuna notizia del porta a porta.

Alle promesse non mantenute dei politici, gli italiani dovrebbero essere abituati, ma quando si mette a rischio la salute pubblica però il caso meriterebbe un’attenzione diversa.

Intanto la denuncia degli abitanti fa’ il suo corso e nei giorni scorsi, in viale del Sole, personale delle forze dell’ordine ha eseguito dei rilievi fotografici.

Della rimozione dei cassonetti e il relativo avvio della raccolta differenziata porta a porta, non solo non ne hanno notizia gli abitanti, ma nessuna comunicazione sarebbe stata ancora pervenuta alle stesse ditte che dovrebebro svolgere il servizio.

Siamo una località di mare – ci dicono alcuni residenti – ma le promesse da marinaio le rispediamo al mittente, con l’estate alle porte – aggiungono gli abitanti – chiediamo l’immediata rimozione dei cassonetti e l’avvio del porta a porta. La nostra salute è a rischio e chi, se non il Comune, ha il dovere di tutelarla”?

Cittadini segnalano bollette idriche “furbe”, Girgenti acque risponde: “caso di omonimia di vie”

Nei giorni scorsi un cittadino di Favara residente della stagione estiva a Zingarello, frazione balneare di Agrigento, ci aveva segnalato anomalie nella bolletta idrica da parte del gestore Girgenti acque. In bolletta , i residenti , hanno trovato fatturate le voci “fognatura” e “depurazione”. A Zingarello, però, la condotta fognaria non è stata mai realizzata. “Casualmente – ci ha detto – ho aperto la bolletta dell’acqua di mia mamma e ho notato che Girgenti Acque ha inserito in fattura le diciture “fognatura” 6,60€ e “depurazione” 31,12€. Ho subito pensato ad un errore – ha aggiunto – e ho guardato anche la bolletta precedente, con mio stupore anche in quella già pagata, ai miei anziani genitori sono stati addebitati i servizi di cui non possono usufruire”. Arriva la risposta di Girgenti Acque. “La bolletta segnalata dal cittadino di Favara- spiega la società- è stata interessata da un errore legato all’omonimia di due arterie stradali insistenti nel territorio del Comune di Agrigento: Viale del Sole – Zingarello (non servita da fognatura e depurazione) , Via del Sole – San Leone (servita da fognatura e depurazione). Il circoscritto caso della bolletta reclamata -continua- è stato regolarmente riscontrato ancor prima della diffusione a mezzo stampa, cosa che la Società ha appreso con stupore, dapprima con segnalazione telefonica, la successiva lavorazione della pratica, e l’immediata rettifica d’ufficio per l’errore verificatosi, anche senza la formale contestazione da parte dell’Utente”. La Società si scusa per il disguido con l’Utente in questione, dovuto ad un caso di omonimia di vie ubicate in zone diverse del Comune di Agrigento, e comunica di aver già provveduto ad effettuare le opportune rettifiche.

Agrigento. Cittadini segnalano bollette idriche “furbe”

Incredibile ma vero, ad Agrigento può accadere anche che il gestore del servizio idrico pretenda dagli utenti, il pagamento di servizi inesistenti. È il caso di alcuni abitanti della frazione balneare di Zingarello, che in bolletta hanno trovato fatturate le voci “fognatura” e “depurazione”. Per carità, nonostante i guai giudiziari di Girgenti Acque sul fronte depurazione, la richiesta di pagamento sarebbe lecita, solo che dalla società hanno omesso un particolare non indifferente, a Zingarello la condotta fognaria non è stata mai realizzata. A segnalare la bizzarra richiesta di Girgenti Acque è un cittadino di Favara che in estate abita nella suggestiva località balneare. “Casualmente – ci ha detto – ho aperto la bolletta dell’acqua di mia mamma e ho notato che Girgenti Acque ha inserito in fattura le diciture “fognatura” 6,60€ e “depurazione” 31,12€. Ho subito pensato ad un errore – ha aggiunto – e ho guardato anche la bolletta precedente, con mio stupore anche in quella già pagata, ai miei anziani genitori sono stati addebitati i servizi di cui non possono usufruire. Il cittadino allora ci dice di aver chiamato Girgenti Acque, al telefono gli avrebbero spiegato la prassi da seguire per contestare le voci ritenute non dovute. “Lei presenti la contestazione poi noi avvieremo le nostre verifiche”, questa sarebbe stata la risposta dell’operatrice. Ovviamente la dipendente ha fornito le indicazioni aziendali solo che la parola ” verificheremo” ha fatto indispettire il contribuente che nella sua segnalazione ci dice ” è come se ai favaresi, città ancora priva di metano, arrivasse la bolletta del gas”. Il cittadino, caparbio, non solo ha già avvisato l’amministrazione comunale di Agrigento sulle anomale pretese di Girgenti Acque ma ha anche avviato delle verifiche tra i vicini di casa, scoprendo che il suo non è l’unico caso. “Non solo l’acqua viene erogata ogni due settimane – ci ha detto ancora il cittadino – per giunta ci vogliono fare pagare le cose che non abbiamo? L’ottenimento di un vantaggio a scapito di un altro soggetto indotto in errore attraverso artifici e raggiri- ha concluso l’abitante di Zingarello – nel diritto è definito da una sola parola, truffa”! Agli abitanti di Zingarello consigliamo di controllare le bollette idriche ed eventualmente segnalare le anomalie, da Girgenti Acque invece sarebbe auspicabile porre subito rimedio a questa assurda vicenda.