fbpx


Il sindacato dei pensionati CGIL ha rincontrato lo staff dell’INPS per fare il punto sullo smaltimento dell’arretrato dei verbali di visita, relativi alla vertenza promossa dal sindacato sugli invalidi civili di questi mesi, tra proteste, incontri, manifestazioni pubbliche e Forum CGIL.

L’iniziativa sindacale ha preso le mosse dal fatto che oltre 15 mila famiglie avevano una pratica di invalidità o di indennità di accompagnamento o di portatore di handicap finita a binario morto da anni (alcuni verbali erano datati 2003) quando, invece la legge obbligava ASP ed INPS a definire il procedimento e la liquidazione entro 120 giorni dall’inoltro telematico della istanza.

Ma l’accordo realizzato dal sindacato dei pensionati e dalla CGIL con i vertici INPS e ASP ha funzionato, perché ad oggi sono in via di smaltimento gli ultimi verbali.Purtroppo, dei 15 mila cittadini visitati, solo al 35% di essi è stato riconosciuto l’accesso o la continuità della riscossione della pensione di invalidità, ovvero dell’indennità di accompagnamento.