Agrigento Attualità

Chiusure, stop e rinvii

Il Decreto del Governo parla chiaro e questa è una delle limitazioni previste: i mercati all’aperto devono restare chiusi poiché non sarebbe possibile regolare l’afflusso delle persone. Stop , dunque, al mercato settimanale del venerdì in piazza Ugo La Malfa così come non si effettueranno i mercatini settimanali al Villaggio Peruzzo e al Villaggio Mosè. La violazione del Decreto costituisce reato penale. La misura è volta  ad evitare che si creino aree affollate nelle quali è più facile la diffusione del contagio.  Gli albergatori agrigentini hanno deciso di chiudere le attività. “La decisione- dicono Confcommercio, Confesercenti , cna e consorizio turistico- sofferente, è frutto della consapevolezza che ciascuno di noi, in questo particolare momento di emergenza per il territorio, è chiamato a dare il proprio contributo per provare a contrastare e contenere la diffusione del Coronavirus. Il Decreto del 10 marzo accompagnato dall’appello del Presidente del Consiglio dei Ministri di restare a casa, impone alle nostre coscienze di cittadini prima e di imprenditori dopo, di assumere comportamenti adeguati al difficile momento. Per mettere in sicurezza l’economia occorre prima mettere in sicurezza la salute. “Le elezioni per il rinnovo dei consigli comunali in Sicilia, programmate per il 24 maggio, sono rinviate al 14 giugno, con eventuale ballottaggio il 28 giugno, a causa di doverose misure di protezione della salute pubblica.
Lo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, d’intesa con l’assessore alle Autonomie locali Bernardette Grasso. La decisione sarà formalizzata nella prossima seduta della Giunta regionale.