fbpx

”Chiudendo con questo anticipo la campagna di pesca del tonno, non solo si arreca un gravissimo danno ai lavoratori del settore, ma si rischia di implementare la pesca illegale. Non e’ affossando l’economia a danno dei pescatori onesti che si tutela il mare”. Cosi’ Santo Milici, Commissario Regionale Cidec Sicilia, commenta le dichiarazioni del commissario Ue, Maria Damanaki, che ha annunciato la possibile chiusura anticipata della stagione della pesca del tonno con pinne blu. ”In una situazione economica cosi’ difficile e con un’abbondanza di tonni in mare – continua – e’ evidente che molti pescatori potrebbero essere tentati di aggirare la legge pur di arrivare a fine mese. Un tale eventualita’ non fara’ che colpire ulteriormente coloro, e sono tanti, che nonostante tutto continuano a operare nella legalita’. Per questo – conclude – la soluzione non puo’ essere un’ulteriore stretta, ma una strada alternativa che tuteli le imprese in regola preservando, al contempo le risorse. La tutela delle biodiversita’ e’ un interesse primario dei pescatori onesti”