fbpx

Cindy Vanessa Candelo Arroyo non è stata assassinata. La prostituta colombiana di 25 anni che venne trovata morta nella notte tra il 18 e il 19 ottobre scorso si lanciò dalla finestra della sua abitazione di via Damareta per sfuggire alla rapina che il cittadino algerino Mohamed Jouda, 21 anni, insieme a due complici, stava perpetrando ai suoi danni e ai danni delle sue coinquiline. Questa è la ricostruzione ufficiale definitiva degli inquirenti, anche alla luce di quanto è emerso dalla perizia necroscopoca effettuata sul cadavere della sfortunata donna sudamericana.  Il sostituto procuratore della Repubblica che coordina l’inchiesta nei giorni scorsi ha disposto il dissequestro dell’abitazione dove Cindy e le altre sue connazionali si prostituivano, che è ritornato in possesso del proprietario.A breve potrebbe essere notificato all’algerino e ai suoi complici (tutti identificati) – indagati per il reato di rapina aggravata – l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.