Cittadini segnalano uno spreco d’acqua a S. Leone: a rischio anche la sicurezza stradale

Oggi ci occupiamo di spreco d’ acqua e dei relativi disagi che lo stesso provoca non solo alla collettività ma anche alla viabilità che in assenza di adeguati interventi, viene seriamente compromessa. Ci troviamo nella frazione balneare di San Leone, e precisamente in via Salvatore Campo, zona a monte del viale delle Dune, a segnalare è un residente della zona che ha illustrato il problema alla nostra redazione. Secondo quanto riferitoci, in via Salvatore Campo, da oltre sei mesi, ogni qualvolta che Girgenti Acque eroga il prezioso liquido nel quartiere, parte dell’acqua anziché giungere nelle abitazioni, si riversa in strada, un continuo ruscello. A testimoniare la lunga permanenza del problema è il muschio che si è formato sull’asfalto. Migliaia di metri cubi d’acqua che nei mesi, si sono riversati inutilmente compromettendo anche lo stato del già dissestato manto stradale. Dalla segnalazione, apprendiamo che del problema sono stati informati sia il Comune di Agrigento sia la società che gestisce il servizio idrico integrato ed entrambi, sulle competenze di intervento, secondo quanto riferitoci dal cittadino, avrebbero fatto il classico scarica barile, comportamento quest’ultimo che certamente non ha portato nessun beneficio ai residenti. Per dovere di cronaca, Girgenti Acque, in via Salvatore Campo, è intervenuta, o meglio, ha effettuato un saggio che è stato ricoperto con del cemento e transennato, operazione quest’ultima che sarebbe stata effettuata circa 8 mesi fa’, da allora, venerdì scorso, gli operai della società, sono ritornati nella stradina per coprire un altro scavo che è rimasto aperto per diversi mesi. Stamattina, giorno di distribuzione idrica in via Campo, una nostra troupe si è recata in zona per un sopralluogo, agli obbiettivi delle nostre telecamere non è sfuggito il rigagnolo d’acqua che continua imperterrito a riversarsi in strada così come non abbiamo potuto non constatare gli avvallamenti presenti in strada che probabilmente sono dovuti a presunte falle della condotta. Una situazione certamente insostenibile per gli abitanti della zona che chiedono l’intervento urgente, a prescindere da chi siano le competenze. Un problema atavico nella provincia di Agrigento è stato sempre legato alla carenza d’acqua, nel caso odierno invece, per certi versi, accade l’inverso, ovvero l’acqua c’è ma si perde. Uno spreco, che gli agrigentini non accettano e che chi di competenza dovrebbe evitare.

 

[wp-rss-aggregator]