Con un assegno falso, truffa una gioielleria di Favara. In manette un agrigentino.

Con un assegno falso, ha messo a segno una truffa ad una gioielleria di Favara. Con l’accusa di “Truffa aggravata” i carabinieri hanno arrestato, ai domiciliari, il 38enne Antonino Mangione. Dopo aver visionato una notevole quantità di gioielli, l’uomo ha acquistato monili in oro ed argento, per un valore complessivo di oltre 8.000 euro. Al momento del pagamento, ha consegnato al titolare un assegno bancario. Non sapeva però, che nel frattempo, la sua presenza all’interno della gioielleria era stata notata da una pattuglia dei Carabinieri della Tenenza di Favara. I militari, avendo riconosciuto l’uomo , già noto per i suoi trascorsi, avevano deciso di appostarsi fuori. Le immediate verifiche svolte dai militari hanno consentito in breve tempo di accertare che l’assegno era falso.