fbpx

La Corte di Appello ha assolto l’ex assessore regionale Vincenzo Lo Giudice dall’accusa di concussione perchè il fatto non sussiste. Questa la motivazione con cui i giudici hanno accolto la tesi dell’avvocato Lillo Fiorello che aveva sostenuto l’inattendibilità delel accuse provenienti dai fratelli Claudio e Daniele De Francisci, entrambi imprenditori, che avevavno raccontato di essere stati costretti a pagare una busterella di 40 milioni delle vecchie lire al politico canicattinese, in cambio dell’aggiudicazione di lavori. Lo Giudice è stato condannato in appello a 11 anni e 4 mesi di reclusione per associazione mafiosa e corruzione nell’ambito dell’inchiesta Alta Mafia.