fbpx

Il Giudice dell’udienza preliminare di Palermo Vittorio Anania ha condannato ad otto anni e otto mesi di reclusione Domenico Sciortino, 54 anni, di Favara accusato di associazione mafiosa ed estorsione e a due anni e sei mesi per il figlio trentunenne Salvatore, imputato di favoreggiamento aggravato. I due favaresi erano stati arrestati lo scorso 13 giugno dalla Squadra mobile di Agrigento a conclusione di una indagine antimafia. Il pubblico ministero della Dda, Emanuele Ravaglioli, al termine della requisitoria aveva chiesto la condanna a 10 anni per Domenico Sciortino e a tre anni per il figlio. Domenico Sciortino è stato condannato per associazione mafiosa e tentata estorsione ai danni dell’imprenditore Marco Campione. Secondo la Procura gli avrebbe chiesto una tangente, nel 2006, sui lavori di costruzione del dissalatore di Porto Empedocle.