fbpx

Un debito fuori bilancio e l’avvio della discussione relativa al nuovo regolamento della tariffa di igiene ambientale sono stati gli argomenti trattati nel corso della seduta del Consiglio comunale di ieri sera. Il vice presidente Marchetta, dopo aver chiamato all’orario stabilito l’appello, ha ritenuto opportuno invitare i consiglieri presenti ad osservare un minuto di raccoglimento per la morte del padre del Dirigente dell’ufficio di ragioneria; successivamente ha proceduto alla lettura dell’ordine del giorno sottolineando i punti da trattare e chiedendo il prelievo del punto riguardante un debito fuori bilancio procurato da un contenzioso tra un privato ed il Comune per un importo di 25 mila euro; detto debito è stato approvato a maggioranza. Subito dopo, la presidenza, ricordando il mantenimento del punto relativo all’emergenza centro storico che non si è esaurito con la mozione approvata precedentemente dal consiglio comunale ma continuerà ad essere proposto e mantenuto fino a quando non si troverà una soluzione definitiva sulla questione, ha invitato l’aula a trattare il provvedimento relativo al regolamento per il funzionamento della tariffa di igiene ambientale; sul punto sono stati presentati alcuni emendamenti e pertanto si è proceduto alla discussione del primo avente oggetto la riduzione del costo della tariffa per il mancato svolgimento del servizio in particolari situazioni che creano un disagio alla cittadinanza; detto emendamento avendo avuto i pareri negativi del direttore generale e del collegio dei revisori dei conti in quanto trattasi di una esenzione non prevista dalla legge è stato ritirato dai proponenti. Subito dopo Hamel ha chiesto un rinvio della seduta a martedì 14 giugno alle ore 19 per una esigenza dei consiglieri di minoranza. Tale indicazione è stata votata a maggioranza.