fbpx

Lo scorso 5 novembre in consiglio comunale scoppiò la bufera dopo la lettera del comandante della polizia municipale , Cosimo Antonica , che senza troppi giri di parole, aveva segnalato presunti episodi di minacce e aggressioni verbali da parte di alcuni consiglieri comunali agli agenti di Polizia municipale di atteggiamenti lesivi della dignità degli agenti di polizia municipale. <>. Adesso, la Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un’inchiesta, al momento contro ignoti. I reati ipotizzati sono quelli di minacce, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e di abuso d’ufficio. Il fascicolo è stato affidato ai sostituti Francorsi e Sciarretta coordinati dal procuratore aggiunto Fonzo. Antonica nella missiva letta dal presidente del consiglio comunale, Carmelo Callari, parlava di agenti “sottoposti ad ingiusti e plateali rimproveri. Simili atteggiamenti – spiega Antonica – anzicchè infondere sicurezza e certezza agli operatori di polizia municipale, incidono profondamente sul piano psicologico, generando nel loro animo un elevato senso di afflizione, tale da comprometterne l’autostima e la fiducia in se stessi”. Dopo la lettura della lettera, in consiglio, scoppiarono le reazioni dei consiglieri comunali. In molti hanno definito la lettera “intimidatoria” e denunciato inadempienze da parte della Polizia municipale.