fbpx

Continua incessante l’attività di prevenzione e controlli svolta dal Commissariato licatese diretto da Cesare Castelli.  Nel corso delle attività svolte in occasione della festività di ferragosto sono stati effettuati numerosi controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle norme anti covid e delle disposizioni di cui alle ordinanze sindacali. A seguito di detti controlli, svolti sia nei locali della movida del centro cittadino che in quelli del litorale licatese la sera e la notte del decorso ferragosto che per tutta la giornata trascorsa, hanno permesso di acclarare diverse violazioni delle norme meglio di seguito indicate. In particolare la notte di ferragosto sono state elevate 23 sanzioni amministrative, di cui 19 inerenti le violazioni al codice della strada (soprattutto riguardanti la sosta “selvaggia” che hanno gravemente ostacolato la fluidità del traffico veicolare) e 4 violazioni della normativa anticovid. Invero, nel corso di un controllo di un noto locale di ristorazione i poliziotti del locale Commissariato hanno accertato la presenza di 3 persone prive del green pass sanzionandole con la contravvenzione di 400 euro. Medesima sanzione veniva irrogata al titolare del ristorante che aveva permesso l’accesso di dette persone senza accertare la prescritta certificazione che, come noto, deve essere esibita dal cliente e pretesa dal commerciante per poter fruire dei luoghi chiusi del locale. Inoltre, avendo accertato che ieri sera un noto pub del centro licatese aveva svolto un intrattenimento musicale nella porzione esterna del locale senza le doverose autorizzazioni, al titolare dell’attività è irrogata una sanzione di oltre 1500 euro e, peraltro, gli è stata comminata anche la sanzione prevista dalla normativa anticovid poiché, nel corso dell’evento non autorizzato, non si prodigava