La Polizia Stradale, lungo la SS115, ha proceduto al controllo di svariati mezzi pesanti, con la contestazione di numerose infrazioni, per un totale di circa 6700 euro. Due mezzi, il primo di una azienda di Modica, fermato nei pressi di Licata, il secondo di un’azienda di Brindisi, fermato nei pressi di Sciacca, sono stati sorpresi con congegni altamente professionali, dotati di magneti, in grado di eludere i controlli in merito ai tempi di guida e di pausa dei conducenti, tramite interruttori occultati presenti nelle cabine. Il conducente di uno dei mezzi è stato anche sanzionato poiché alla guida di una tipologia di veicolo oltre il limite di età consentito dalla legge e poiché in mancanza di abilitazione professionale alla guida. Al conducente di un altro veicolo, di una azienda di Ribera è stata contestata una contravvenzione di euro 1500 circa, perché in possesso di tipologia di patente non idonea per la conduzione di quella tipologia di veicolo e per mancanza dell’abilitazione professionale prescritta.