fbpx

“Chiesa:comunione di comunità;Dal sinodo Diocesano alle unità pastorali” è questo il titolo del convegno Pastorale Diocesano,ospitato oggi dal Palacongressi di Agrigento. All'importante appuntamento presenti i sacerdoti della diocesi,inseme ai diaconi,ai religiosi,alle religiose e agli operatori pastorali delle parrocchie. Una giornata di studio,di approfondimento,di fraternità di condivisione e soprattutto di conoscenza della stagione del SINODO,che la nostra diocesi ha vissuto alla fine degli anni '70 con la testimonianza di sacerdoti e laici che hanno vissuto quell'evento. Durante la mattinata è stato ripreso l'evento ecclesiale il SINODO DIOCESANO celebrato trent'anni fa. Nel pomeriggio l'approfondimento sul tema delle Unità Pastorali da parte di Monsignor Brambilla, vescovo ausiliare di Milano. Dopo il periodo dell'ascolto dunque la comunità ecclesiale Agrigentina é stata chiamata a riflettere sul proprio essere chiesa in questo momento storico per meglio adempiere la propria missione di segno e strumento di salvezza. Il Programma prevede alle 9.30 un momento di preghieraore 10.00 Relazione: “L’esperienza del sinodo diocesano:contenuti e prospettive” (Padre Alfonso Tortorici)ore 11.00 Riflessione su alcune aree pastorali a seguito del sinodoore 13.00 Pausa pranzoore 14.30 Animazione e momento di fraternitàore 16.00 Relazione: “Le unità Pastorali: Teologia ed Ecclesiologia”(Mons. Brambilla – vescovo ausiliare di Milano)ore 17.00 Dibattito ore 18.00 Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo mons. Francesco Montenegroore 19.00 Ritorno alle proprie comunitàIl Convegno Pastorale Diocesano si tiene su un tema prettamente ecclesiale. Esattamentetrent’anni fa la Chiesa agrigentina ha vissuto un momento di fermento e diriflessione con il Sinodo Diocesano (1979-1981). A oltre dieci anni dal Concilio Concilio,sulla spinta di una rinnovata autocomprensione della Chiesa, si avvertì il bisognodi riflettere sulla situazione dei credenti e delle parrocchie della nostra diocesi; dopoalcuni anni di lavoro (1979-1981) si arrivò ad un documento conclusivo che avevacome titolo: Parrocchia: comunione di comunità.Adesso, a distanza di trent’anni, dopo l’anno dell’ascolto voluto da mons. Montenegro(2008/09) che ha fatto emergere un diffuso bisogno di rinnovamento negli ambitidella missione, della formazione e della comunione da visibilizzare attraverso le UnitàPastorali, la Chiesa agrigentina avverte il bisogno di evidenziare il filo rosso che legaquesta storia e collega i diversi soggetti.Il Convegno aiuterà a guardare il passato della Chiesa agrigentina per affrontare il futuroe gettare i passi in avanti per camminare nella storia.