Convocazione di Girgenti Acque in commissione antimafia. Il riassunto delle puntate precedenti.

Le indagini avviate dalla magistratura su Girgenti Acque unitamente alle audizioni raccolte dalla commissione antimafia, hanno indotto l’organo nazionale di vigilanza presieduto da Rosy Bindi, a disporre una prossima convocazione dei vertici della società che gestisce il servizio idrico integrato in 27 comuni della Provincia di Agrigento. Attualmente ricordiamo che i controlli disposti dalle autorità giudiziarie hanno portato al sequestro degli impianti di depurazione nei centri di Agrigento, Favara, Licata, Cattolica Eraclea, Raffadali, Montallegro, Siculiana e Realmonte. Diverse sono state le anomalie riscontrate dagli inquirenti, tra queste anche le dovute autorizzazioni scadute. Era prevedibile comunque che la commissione antimafia si occupasse della gestione del servizio idrico. Ricordiamo infatti che la direzione distrettuale antimafia di Palermo ha avviato un’indagine che mira a fare luce anche su giro di presunte assunzioni sospette attuate da Girgenti Acque. Nel mirino della magistratura ci sarebbero circa 330 rapporti di lavoro che la società attualmente presieduta da Marco Campione, avrebbe avviato per “favorire” la classe politica. In tal senso , dinanzi al procuratore aggiunto Maurizio Scalia e al pubblico ministero Calogero Ferrara, sono già comparsi diversi soggetti politici. Tra gli amministratori sentiti come persone informate dei fatti ci sono stati anche il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, quello di Raffadali, Silvio Cuffaro e il deputato nazionale Maria Iacono. L’on. Bindi ieri da Agrigento ha accennato anche la questione dei contatori cinesi, il riferimento è stato alla partita di misuratori idrici che la società avrebbe acquistato in vista dell’installazione alle utenze. Contatori di fabbricazione cinese su cui gravano dubbi sulla corretta funzionalità e genuinità dei rilevamenti. In attesa quindi dei risvolti giudiziari per le inchieste già in corso, il malumore dei contribuenti nei confronti di Girgenti Acque è tangibile, basta commisurare ad esempio il costo del servizio idrico effettivamente pagato e i tanti disagi denunciati in diversi comuni.

[kkstarratings][wp-rss-aggregator]