fbpx


“Ad un anno dalla primavera araba, che ha visto i giovani tunisini in prima linea nella lotta per la democrazia e un nuovo tipo di sviluppo, i programmi di cooperazione voluti dall’Unione Europea tra Italia e Tunisia, che vedono la Sicilia regione capofila, proseguono e indicano una strada che si fa sempre più carica di prospettive per entrambi i partner”.

Lo ha detto l’Assessore Regionale per l’Economia, Gaetano Armao dando il benvenuto alle delegazioni tunisine e italiane, nonché alla rappresentanza dell’Unione europea, riunite per due giorni a Palermo per procedere alla terza fase della procedura di valutazione dei progetti strategici, nonché all’approvazione del dossier di candidatura per il lancio del secondo bando per i Progetti standard previsto per la prima metà di marzo.