fbpx

Insieme a mascherine, disinfettanti per le mani e ventilatori polmonari, nell’attuale emergenza sanitaria determinata dalla pandemia mondiale da Coronavirus, sono ricercati anche i saturimetri. Si tratta di quello strumento che permette di stimare la quantità di ossigeno presente nel sangue. Ed è proprio i saturimetri da posto letto che l’Asp di Agrigento – in quella che è una corsa contro il tempo per attrezzare i presidi ospedalieri e non farsi trovare impreparati ad un eventuale aumento dei contagi da Covid-19 – sta cercando. Ne cerca 80 per la precisione. Servono tutti da posto letto per i punti Covid pensati e creati negli ospedaali di Agrigento e Sciacca. La spesa preventivata – per l’acquisto di questi 80 saturimetri – è decisamente importante: 56 mila euro più Iva. Le offerte, per le imprese che sono interessate a prendere parte alla gara, vanno presentate entro le ore 10,30 di domani. Con il saturimetro si misura la saturazione di ossigeno dell’emoglobina presente nel sangue. Valori superiori al 95 per cento indicano che i polmoni stanno lavorando bene. Se invece sono inferiori al 95% significa che c’è una ridotta presenza di ossigeno nel sangue. L’azienda sanitaria provinciale di Agrigento così come ha pianificato l’acquisto di attrezzature varie – per i due punti Covid degli ospedali “San Giovanni di Dio” e “Giovanni Paolo II” – ha indetto una gara per affidare anche questa fornitura.