Agrigento Attualità Chiesa Provincia

Coronavirus, nuove regole in chiesa

Niente segno della pace in chiesa: la stretta di mano va sostituita con un inchino. Le acquasantiere dovranno essere svuotate e la comunione verrà distribuita esclusivamente sulla mano. L’emergenza Coronavirus cambia anche il rito ecclesiale. In via del tutto precauzionale e cautelativa, in linea con le disposizioni emanate dalla Conferenza episcopale siciliana, l’Arcidiocesi di Agrigento ha deciso di stilare una sorta di vademecum per i parroci, gli amministratori parrocchiali e i rettori delle chiese non parrocchiali, comprese le cappelle degli istituti religiosi aperte ai fedeli. Contrariamente all’Arcidiocesi di Palermo, ad Agrigento non sono state date disposizioni che limitano le visite alle persone anziane o malate che più di altre potrebbero contrarre l’infezione. Nel capoluogo siciliano, infatti, ai presbiteri, i diaconi e i ministri straordinari della comunione è stato rivolto l’invito a limitare le visite ai soli casi di “vera necessità pastorale”.