fbpx

Casi di quarantena anche in provincia di Agrigento per l’allarme di Coronavirus. Si tratta di tre soggetti di Santo Stefano Quisquina: uno studente di 21, una docente di 26 anni e la madre di quest’ultima. I giovani proverrebbero  dalle zone del lodigiano e del nord Italia dove vige il decreto disposto dal governo sulle “misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza da Covid – 19”.

La misura di isolamento si è resa necessaria a scopo precauzionale poiché provenienti da zone dove si sono registrati casi di Coronavirus; si tratta di una misura che prevede un isolamento per due settimane.

La docente sarebbe tornata nel paese d’origine venerdì scorso, mentre il giovane 21enne sarebbe rientrato mercoledì scorso. La quarantena riguarderebbe anche la mamma della giovane poichè a contatto con quest’ultima.

Dei casi sarebbero già state allertate le autorità sanitarie provinciali e i tre, al momento senza alcun sintomo, avrebbero accettato il periodo di quarantena volontaria – si ribadisce solo a scopo precauzionale – sotto il controllo del personale medico come prevedono i protocolli in materia.

Sull’allarme coronavirus anche l’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Agrigento è intervenuto tramite il presidente, Giovanni Vento, invitando le Istituzioni responsabili della tutela della salute pubblica a “mettere in atto ogni intervento preventivo utile alla causa e comunque disporre iniziative necessarie a limitare ogni probabile possibilità di contagio”.

“L’ordine dei Medici si rende disponibile a intervenire a supporto e consulenza su ogni iniziativa preposta in tal senso”.