Agrigento Appuntamenti Attualità Politica Provincia Ultime news

Costi della Politica. Consiglio Regionale della Lombardia Vs ARS. La Sicilia batte nettamente i cugini del Nord.

Costi della Politica. Consiglio Regionale della Lombardia Vs ARS. La Sicilia batte nettamente i cugini del Nord.
Rate this post

Mentre all’Assemblea Regionale Siciliana si cerca l’accordo per far ritornare il tetto massimo degli stipendi a 240 mila euro all’anno, proviamo a fare un confronto tra gli stipendi percepiti dal personale del parlamento regionale siciliano e quelli del consiglio regionale della Lombardia.
Partiamo dal segretario generale, nel 2016, il primo dirigente del consiglio lombardo, ha percepito una retribuzione lorda di circa 190 mila euro, ben 50 mila euro in meno del tetto massimo previsto per il suo collega siciliano.
Altre differenze si vedono nelle retribuzioni spettanti ai dirigenti al bilancio, il direttore del Servizio Bilancio del consiglio della Lombardia, nel 2016 ha intascato circa 80 mila euro, il suo collega di Palazzo dei Normanni invece può tranquillamente arrivare a percepirne i 240 mila euro considerando che un assistente parlamentare con più di 24 anni di servizio ne intasca 100 mila.

Nel solo 2016 l’assemblea regionale siciliana per i circa duecento dipendenti a tempo indeterminato ha speso 24,5 milioni di euro, una media di 123 mila euro a dipendente l’anno, contro i 17,4 milioni del consiglio regionale lombardo per i suoi 306 dipendenti, ovvero 57 mila euro a dipendente. Se gli stipendi dell’amministrazione Ars venissero equiparati a quelli del consiglio lombardo, si avrebbe un risparmio di 13,1 milioni di euro.

Nel 2016, complessivamente alla voce pagamenti del proprio rendiconto, la Lombardia ha speso poco meno di 50 milioni di euro mentre la Sicilia ne ha spesi poco più di 142 milioni. Una differenza abissale che ovviamente è a carico dei cittadini che come sempre si caricano sulle proprie spalle le spese della burocrazia al fronte di servizi sempre più carenti, specialmente per i residenti delle regioni del mezzogiorno.