Attualità Coronavirus prefettura

Covid-19, nasce un nucleo di controllo

La prefettura di Agrigento battezza  un nucleo di controllo che, con l’apporto di personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e del Comando Carabinieri per la tutela del lavoro nonché dell’Azienda Sanitaria Locale, possa  procedere alle opportune verifiche sul rispetto delle   misure di contenimento del contagio  da Covd-19 da parte di quei settori produttivi che verranno previamente individuati come maggiormente esposti al rischio di contagio, sia per il personale dipendente che per l’utenza. Nell’ambito dell’avvio della cosiddetta Fase 2 dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, il Prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa ha presieduto nei giorni scorsi alcuni incontri in modalità telematica con i Rappresentanti territoriali delle Forze dell’Ordine, del sistema produttivo, delle Organizzazioni sindacali e anche del settore creditizio e finanziario al fine di implementare la conoscenza del contesto socio-economico locale con riguardo ai segnali di sofferenza e difficoltà da parte della realtà locali. Una prima riunione è stata dedicata alla definizione delle attività di controllo sul rispetto delle prescrizioni contenute nei protocolli sottoscritti tra il Governo e le parti sociali in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, regime che ha sostituito il precedente sistema di comunicazioni preventive richieste per la prosecuzione delle attività aziendali. Un altro incontro si è tenuto con i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali, dai quali il Prefetto ha raccolto le sollecitazioni in ordine ai disagi sofferti dai lavoratori, acquisendo al contempo informazioni in merito all’erogazione ed alle tempistiche di percezione delle somme relative alla Cassa Integrazione. L’ultimo incontro ha visto la partecipazione dei Rappresentanti della Banca d’Italia, dell’ABI e dei Confidi, del mondo produttivo ed imprenditoriale: affrontate le problematiche dei vari settori    industria, agricoltura, artigianato, con particolare riguardo al commercio e al turismo, in grave crisi. E’ stata rimarcata  l’importanza dell’accesso al credito legale da parte delle aziende al fine di scongiurare il ricorso a forme di finanziamento illegale ed usurario.

I rappresentanti del settore bancario hanno  riferito di aver attivato di appositi sportelli di ascolto per cittadini e imprese e l’importanza di coniugare l’ erogazione del credito alle imprese col rispetto delle norme e delle procedure previste in tema di controlli di legalità.