“Crack da 50 milioni di euro dei supermercati”, Burgio condannato a 8 anni

Otto anni di reclusione per l’accusa di bancarotta fraudolenta: i giudici della seconda sezione penale del tribunale di Agrigento hanno condannato l’imprenditore Giuseppe Burgio, 54 anni, originario di Porto Empedocle, accusato di avere fatto sparire somme per circa 50 milioni di euro dalle imprese del suo gruppo che operava nel settore della distribuzione alimentare.

Una settantina di dipendenti e soci si erano costituiti parte civile e hanno ottenuto anche il risarcimento che dovrà essere quantificato in sede civile. Il collegio di giudici presieduto da Luisa Turco ha emesso il verdetto poco dopo le 16,30 di ieri. La linea dei pubblici ministeri Simona Faga e Alessandra Russo è stata accolta quasi interamente: Burgio è stato assolto solo per una contestazione di distrazione di circa un milione di euro.