Cronaca migranti

Croce rossa: “è scattata la scintilla”

C’è tanta “rabbia” nei Volontari della Croce Rossa Italiana , Comitato di Agrigento, che da giorni sono impegnati ad accogliere ed ospitare i Migranti presenti nella Tensostruttura di Porto Empedocle da dove ieri pomeriggio migranti sono fuggiti ma non solo.”E’ scattata la scintilla- scrivono i volontari della croce rossa- alcuni migranti hanno mosso una rivolta contro il personale presente nella Tensostruttura, forze dell’ordine e i Volontari creando un caos incredibile, danneggiando alcune aree della tensostruttura, apparecchiature sanitarie e mezzi della CRI in sosta. Oltre alle forze dell’ordine intervenute tempestivamente nel sedare gli “animi”, si sono aggiunti anche dei Migranti che hanno dato il loro contributo affinché la situazione tornasse alla normalità. Purtroppo alcuni migranti sono riusciti ad oltrepassare la recinzione che delimita la tensostruttura con l’esterno.

“Quello che è accaduto nella Tensostruttura di Porto Empedocle potrebbe essere a dir poco increscioso e frustrante, in particolare per un pubblico “non abituato a tali accadimenti”. “Gli incessanti sbarchi avvenuti in questi giorni- dicono- hanno creato una situazione pesante ed insostenibile, sia dal punto di vista operativo che umano, considerato il numero notevole di migranti presenti in tensostruttura 520 per l’esattezza. I Volontari che da diversi giorni sono impegnati nelle attività di accoglienza ed ospitalità, hanno agito e continuano a farlo soprattutto nel rispetto dei Sette Principi di Croce Rossa”. Nonostante i fatti e la denuncia ” siamo al centro di una emergenza di ordine pubblico e sanitaria” i volontari assicurano di portare avanti un SERVIZIO che si ispira al rispetto dei diritti umani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.