fbpx

Niente rimozione delle macerie del palazzo Lo Jacono – Maraventanbo se prima il Comune non avrà puntellato e messo in sicurezza gli edifici attigui. È quanto hanno concluso i consulenti dellla Procura della Repubblica di Agrigento che entro martedì depositeranno la loro prima relazione relativaall’inchiesta sul crollo. I consulenti spiegheranno se e come quelle macerie potranno essere rimosse e quali sono gli interventi da effettuare perché in caso di nuovi crolli nel centro storico, soprattutto in edifici tuttora abitati, è altissimo il rischio che possano esserci danni alle persone. Sembra che il cumulo di macerie di fatto stia tenendo in piedi diversi altri edifici che si affacciano lungo la via San Vincenzo, dove un tempo sorgeva il settecentesco palazzo Lo Jacono.