CUPA, INCONTRO AL VIMINALE

Il Polo Universitario di Agrigento, le sue ipotesi di sviluppo e qualificazione in materia migratoria sono stati al centro di un incontro  che si è svolto ieri pomeriggio  al Viminale. L’incontro è stato presieduto  dal Ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Per Agrigento presenti il Cardinale  Francesco Montenegro, il rettore dell’Università di Palermo, Roberto Lagalla, il presidente del CUPA, Maria Immordino e il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede.Dopo le vicende che si sono susseguite mettendo a rischio il proseguimento delle attività del Cupa, ieri si è puntato sulla possibilità di realizzare iniziative culturali e attività formative che possano concretizzare, in seno al Polo Universitario di Agrigento, la nascita di un Centro di eccellenza quale punto di riferimento per la formazione in ambiti scientifici connessi alle tematiche dell’immigrazione. Nel frattempo la segreteria provinciale della CGIL di Agrigento, chiede che si faccia chiarezza  sul rapporto UNIPA-CUPA    Alla luce della recente nota stampa del Rettore Roberto Lagalla il quale  sostiene, che  in mancata garanzia dei pagamenti degli anni precedenti si mettono a rischio le immatricolazioni per l’anno 2015/2016. La CGIL chiede anche il perche’ del silenzio  del presidente del Cupa  Immordino al fronte di queste dichiarazioni e chiede, a chi di competenza, di fare presto e bene restituendo  serenità e futuro al CUPA, agli Studenti e alle loro famiglie.