fbpx


Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica assegnerà, al termine della prossima riunione, l’auto blindata all’imprenditore bivonese Ignazio Cutrò nei confronti del quale verrà anche potenziato il servizio di ronda perimetrale della sua abitazione. In questi giorni forte è stata la tensione attorno alla sicurezza dell’imprenditore antiracket, bersaglio di danneggiamenti da 10 anni. Cutrò ha denunciato ogni fatto alle autorità preposte. Ma nel corso delle ultime udienze del processo “Face off” ha sollevato lamentele contro lo Stato, accusandolo di averlo lasciato solo.