fbpx

La Soprintendenza ai beni culturali di Agrigento ha bocciato il progetto redatto dai tecnici dell’Utc per gli interventi finalizzati alla messa in sicurezza dell’ex chiesa dell’Itria, antico edificio abbandonato e pericolante di via Duomo. In poche righe si intima al Comune di Agrigento di non procedere a nessuna opera di abbattimento, per conservare interamente l’immobile, essendo lo stesso, bene monumentale. Il parere della Soprintendenza appare abbastanza chiaro: occorre riproporre il progetto in termini di recupero dell’edificio. Questa decisione ha mandato su tutte le furie il sindaco Marzo Zambuto il quale ha dichiarato: “Mi assumo tutte le responsabilità e procederò alla demolizione dell’ex  chiesa dell’Itria, a costo di incorrere in denunce. La vita delle persone vale più di ogni cosa”.