fbpx

L’inizio dell’anno scolastico, come noto, coincide con un incremento del traffico cittadino.
In più ad Agrigento città rimangono tante criticità ancora da risolvere.
In primis piazzale Rosselli, stazione capolinea per gli autobus urbani ed extraurbani, da oggi affollatissima di studenti pendolari ma che, a quasi due anni dall’inizio dei lavori per la sua riqualificazione, rimane ancora un cantiere aperto.
Disagi quindi per gli automobilisti essendo la zona molto trafficata vista la posizione centrale e di collegamento per varie destinazioni; ma tanti disagi anche per i tanti pendolari come ci dicono gli autisti dei bus.
Se a tutto ciò si aggiunge quanto accaduto ieri pomeriggio allora la situazione diventa sempre più problematica.
Senza alcun preavviso, infatti, per asfaltare il tratto di carreggiata di fronte ai portici, per diverse ore è stata chiusa la strada.
Gli automobilisti così trovando la strada sbarrata avevano l’unica alternativa di imboccare viadotto.
Tutto ciò ha causato caos e tanta rabbia da parte della gente.
Ma il tutto si sarebbe potuto risolvere con un minimo sforzo: sarebbe bastato infatti un vigile urbano o un cartello all’altezza delle palazzo delle Poste che avvertisse dell’interruzione.
Ma nulla di tutto ciò è stato fatto.
Altro problema riguarda la salita Coniglio. La strada che collega via Crispi al Viale della Vittoria è interessata, infatti, da interventi di riqualificazione.
Oggi i lavori sono fermi e la strada è aperta al transito ma, di certo, a breve i problemi per il traffico, come negli scorsi giorni, potranno riverificarsi.
Anche in questo caso sarebbe stato opportuno concludere i lavori almeno prima dell’inizio dell’anno scolastico.