Agrigento Attualità Cronaca

Disastro ambientale nel mare di San Leone

Disastro ambientale nel mare di San Leone
Rate this post

L’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, diretta da Claudio Lombardo, soltanto alcuni mesi fa, ha lanciato l’allarme per la rimozione urgente dei locali pubblici in disuso sulla spiaggia del Viale delle Dune a San Leone. L’obiettivo era quello di eliminare il degrado e salvaguardare l’ambiente circostante. Appello caduto nel vuoto. Infatti, gli organi competenti alla risoluzione del problema non sono intervenuti. Il mare, allora, ha quaso inghiottito, divorato il locale Magaria, trascinando ovunque rifiuti e detriti. Immagini che si commentano da sole… Il coordinatore di MareAmico Agrigento, Claudio Lombardo, attraverso una nota stampa, tra l’altro, afferma: “Come volevasi dimostrare. Qualche mese fa Mareamico aveva sollevato il problema dei diversi locali sparsi sulla spiaggia del viale delle dune di San Leone, prima costruiti, poi utilizzati per alcuni anni ed infine abbandonati a se stessi nel degrado. Negli ultimi anni la Magistratura si era occupata di questi locali e ne aveva posto alcuni sotto sequestro. Purtroppo questa circostanza ha fatto peggiorare la situazione e portato un ulteriore degrado alle strutture per colpa della mancata manutenzione e poi l’erosione costiera e le mareggiate hanno fatto il resto. L’ultima mareggiata di scirocco ha semidistrutto il locale Magaria e danneggiato seriamente l’ex Oceanomare. Quintali di legname con chiodi arrugginiti, tubi di plastica e calcestruzzo sono finiti in mare, con grave rischio per la navigazione e la pratica degli sport in mare. E’ necessario eliminare prima della prossima estate questi rischi e restituire le spiagge ai cittadini e alla pubblica fruizione”. – conclude l’ambientalista Claudio Lombardo.