Agrigento Attualità Rifiuti

Discesa san Francesco di Paola: Oltre a sterpaglie e rifiuti ora anche i serpenti

Discesa san Francesco di Paola: Oltre a sterpaglie e rifiuti ora anche i serpenti
Rate this post

Tempi duri per i residenti e i turisti ospiti delle strutture ricettive di via Garibaldi e delle traverse limitrofe di Agrigento. Oltre a fiumi di volantini pubblicitari, sterpaglia alta più di un metro e sacchetti lasciati dagli incivili, adesso anche i serpenti. “Anche questa mattina- racconta un residente- l’animale morto ormai da qualche giorno, non è stato rimosso dagli operatori ecologici che sono passati per raccogliere l’umido. Non che gli toccasse da contratto ma a questo punto ci si chiede a chi bisogna rivolgersi. La carcassa del serpente, probabilmente ucciso dagli altri animali che bivaccano in zona grazie anche alle sterpaglie e ai rifiuti, è ormai un ammasso di putrescenza dovuto alle formiche e alle mosche che se ne stanno cibando. Una bellissima cartolina da visita per Agrigento in una zona dove non si effettua il discerbamento da oltre un anno e mezzo e dove lo spazzamento non viene fatto da oltre un mese.”