fbpx


E’ un’altra importante vittoria nel lungo e complesso cammino che sta portando gli agrigentini ad affrancarsi dall’atavica schiavitù legata alla mancanza d’acqua”: è questo il primo commento “a caldo” del sindaco di Agrigento Marco Zambuto dopo aver letto la lettera del Dirigente generale del Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti che comunica ufficialmente il proposito di procedere al riscatto dell’impianto di dissalazione ad osmosi inversa da 100 litri al secondo di Porto Empedocle.

Adesso ci attendono altri passaggi quali quelli relativi alla definizione della conseguente gestione, ma quello che più ci impegnerà nelle prossime settimane – conclude il sindaco di Agrigento – è sicuramente la conclusione della procedura relativa al finanziamento della nuova rete idrica interna che, insieme ad un costante approvvigionamento, sarà l’intervento che dovrebbe porre la parola “fine” al problema della sete degli agrigentini.”