fbpx

Chiedeva, e a quanto pare da tempo, d’essere trasferito. Martedì sera, un sedicenne è andato in escandescenze ed ha devastato la comunità d’accoglienza per minori difficili dove era ospite, ad Agrigento. Ha mandato in frantumi – con calci e pugni – mobili, suppellettili e attrezzature varie. Una furia che ha provocato danni pesantissimi. E’ stato richiesto l’intervento della polizia di Stato e subito si sono precipitati gli agenti della sezione Volanti della Questura. I poliziotti, senza non poche difficoltà, sono riusciti a riportare la calma, hanno dunque identificato e denunciato – in stato di libertà – alla Procura della Repubblica al tribunale per i minorenni, il sedicenne. L’ipotesi di reato contestata è danneggiamento aggravato.