fbpx

Chiuse le indagini preliminari relative all’inchiesta sfociata nell’operazione «Mata Hari», condotta dalla Polizia di Stato e coordinata dalla procura della Repubblica di Sciacca. Riguarda un presunto giro di spaccio di sostanze stupefacenti. Sono 24 le persone indagate, tra Sciacca e Ribera, che hanno hanno ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari ed ora hanno a disposizione 20 giorni per consultare gli atti del Pm, presentare eventuali memorie difensive, chiedere ulteriori interrogatori. Destinatari di misura cautelare in carcere furono: Stefano Vinci, Alberto Bilella, Calogero Sedita, Salvatore Montalbano, Giuseppe Arasi, Giuseppe Salvatore Failla, Calogero Puleo, Diego Sabella, Mario Gallo, Leonardo Di Giorgi, Giacomo Santannera, Pierpaolo Abbruzzo, Giuseppe Di Giorgi. Agli arresti domiciliari finirono Filippo Tardo, Gianvito Ferreri. Obbligo di dimora nel luogo di residenza furono notificarti a Ignazio Lucenti, Vito Mirabile , Simona Gentile. L’obbligo di presentazione alla P.G. fu imposto ad Adriana Sedita. Elemento chiave delle indagini, oltre al certosino lavoro svolto dagli agenti di Polizia coordinati dalla dirigente Maria Elena Testoni, fu la collaborazione da parte di Rosalia Anna Maniscalco.