Canicattì Carabinieri Cronaca

Duplice omicidio a Delia: uno dei fratelli è stato massacrato a colpi di pietra

Si presenta come un rompicapo il duplice omicidio avvenuto ieri sera nelle campagne di Delia, in provincia di Caltanissetta, sul quale stanno indagando i carabinieri. Le vittime sono due fratelli, Filippo e Calogero La Monaca, rispettivamente di 74 e 76 anni, noti imprenditori agricoli  di Canicattì, entrambi incensurati. I corpi sono stati trovati nelle vicinanze di un casolare di contrada Deliella, a 100 metri l’uno dall’altro: Filippo, che era all’interno del casolare, sarebbe stato ucciso – stando a quanto emerge in questa prima fase investigativa – con un colpo di pietra alla testa che gli ha fracassato il cranio, il corpo carbonizzato di Calogero è stata trovata sotto la sua auto. A dare l’allarme sono stati i residenti delle abitazioni vicine che hanno visto l’auto in fiamme. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la complessa dinamica di quanto accaduto, non escludendo alcuna pista. Le modalità del duplice delitto – ammesso che vengano confermate – lascerebbero ipotizzare un’azione non preventivata da parte dei killer.    I rilievi dei carabinieri, alla luce del sole, sono ripresi stamattina. Non ci sono certezze – gli investigatori si muovono, del resto, ancora nell’ambito delle ipotesi -, ma pare che il duplice delitto possa essere stato messo a segno da più persone. Non è stata ancora esclusa però la possibilità che ad agire sia stata un’unica persona.

La Procura della Repubblica di Caltanissetta, nelle prossime ore, disporrà l’autopsia su entrambe le salme. Un esame indispensabile per ricostruire – con certezza medico-scientifica – come i due fratelli siano stati assassinati. Fra le primissime cose da appurare c’è l’interrogativo sull’eventuale utilizzo di armi. 

Nel frattempo, come procedura investigativa esige, verranno ascoltati tutti i familiari e i conoscenti delle due vittime.